shinystat spazio napoli calcio news ReLIVE - Finito l'allenamento, lavoro sugli scambi veloci e sul possesso palla. Poi si provano i calci di punizione: acclamato Mario Rui!

ReLIVE – Finito l’allenamento, lavoro sugli scambi veloci e sul possesso palla. Poi si provano i calci di punizione: acclamato Mario Rui!


ORE 19 – Finisce la sessione pomeridiana di allenamento con i calci di punizione. All’uscita ovviamente Mario Rui tra i più acclamati.

ORE 18.45 – Ora si provano i calci di punizione in prima battuta. Sempre gli stessi calciatori al tiro, in porta si alternano Contini e Idasiak. Tra i giocatori andati più volte a segno c’è Mario Rui.

ORE 18.40 – Si provano le punizioni a due: prima la sfera viene toccata, poi un compagno stoppa e infine arriva il calcio di un terzo calciatore che arriva da dietro. Sul pallone si stanno alternando Mario Rui, Milik, Insigne, Callejon, Mertens e Gaetano.

ORE 18.37 – Finisce la partita in famiglia. A Segno, tra gli altri, sono andati anche Verdi, Mertens e Manolas con una zampata dopo una respinta. Ottime anche le parate del giovane classe 2002 Hubert Idasiak.

ORE 18.20 – Ora la partita a metà campo prevede anche la presenza dei portieri. In campo ci sono bianchi VS verdi: ad andare in rete sono stati prima i verdi con Younes che ha realizzato di testa.

ORE 18.05 – La partitina è iniziata, ma non prevede la presenza dei portieri. Infatti i calciatori hanno il compito di fare possesso palla e scambiare continuamente la sfera. L’allenamento è chiaramente finalizzato al possesso del pallone.

ORE 18 – Ancelotti ha richiamato i calciatori a metà campo, sta per iniziare la consueta partitina a metà campo.

ORE 17.30 – L’allenamento odierno è iniziato con il consueto lavoro fisico in palestra, i calciatori poi si sono disposti sul campo in due gruppi (verdi e bianchi) e devono scambiarsi il pallone a velocità decisamente sostenuta.

Buonasera cari lettori di SpazioNapoli e benvenuti alla diretta testuale dell’allenamento pomeridiano del Napoli in questo undicesimo giorno di ritiro a Dimaro.

Dal nostro inviato a Dimaro: Pasquale Giacometti.