shinystat spazio napoli calcio news Luperto: "Vogliamo migliorarci, Nazionale? Sarebbe un sogno"

Luperto: “Vogliamo fare meglio dello scorso anno. Nazionale? Sarebbe un sogno!”


Luperto, le parole del difensore azzurro

Il Napoli ha iniziato il suo ritiro a Dimaro. Questa mattina Sebastiano Luperto ha parlato ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli. Ecco le sue parole.

“Il ritiro sta andando bene, ci sono molti giovani ragazzi stiamo aspettando anche chi torna dalle nazionali ma ci stiamo allenando molto bene con grande professionalità. Il mister è stato di parola perché mi ha voluto tenere e mi ha fatto giocare, per è una grande soddisfazione.”

Ruolo

“Saper fare più ruoli è fondamentale ed è un valore aggiunto. Lavorare con mister Ancelotti è un’esperienza unica: è stato grande calciatore e grande allenatore quindi ti da tanto sotto tutti i punti di vista”.

Manolas-Koulibaly

“Imparerò molto da loro, cervo di prendere le cose migliori, i movimenti che fanno e cercherò di affermarmi anche io e migliorare giorno dopo giorno. A me piace giocare la palla soprattutto da dietro”.

Obiettivi

“Per me sarebbe un sogno la Nazionale e spero si realizzi. Il Napoli sta creando una squadra di grande prospettiva e molto giovane vogliamo mantenere alto il livello. Con Di Lorenzo ci ho giocato insieme spinge tanto e a livello difensivo è molto bravo, è difficile superarlo. Quest’anno si stanno creando squadre davvero competitive dobbiamo fare di più di quello che abbiamo fatto l’anno scorso per cercare di vincere il campionato. Conosciamo quello che vuole il mister, il gruppo è consolidato quindi speriamo bene”.

Ritiro

“Vivere un ritiro i primi anni è faticoso perché senti molto il lavoro ma dopo ti abitui e sai già cosa devi fare. Allenarmi con questi campioni è un grande stimolo non te ne accorgi ma ti fanno migliorare tantissimo. Ormai sono sei anni che sono qui a Napoli so bene quello che vogliono e quello che possono dare i napoletani. La piazza è molto buona e ogni tanto ci può stare. Il supporto dei tifosi è molto importante, speriamo in un San Paolo pieno quest’anno.  Ancelotti ancora non ci ha fatto cantare (ride, ndr)”.