shinystat spazio napoli calcio news Milik: "Dopo due anni è tornato il sole. Fascia di capitano? Vi spiego com'è andata"

Milik: “Dopo due anni è tornato il sole. Fascia di capitano? Vi spiego com’è andata”


Arek Milik racconta il doppio infortunio, ma non solo: tutto dal futuro fino alla fascia di capitano

Arek Milik è finalmente esploso quest’anno a Napoli. Dopo il doppio infortunio nelle stagioni sotto la guida Sarri, quest’anno è riuscito ad avere la continuità che tanto meritava.

Oramai un punto di riferimento lì davanti, si racconta ai microfoni di SKY, parlando di tanti argomenti, partendo dall’infortunio ormai alle spalle, fino ad arrivare all’equivoco creatosi attorno alla questione fascia di capitano-Insigne:

“Dopo due anni difficili finalmente è uscito il sole. Sono molto felice che stiamo facendo una stagione simile. Sono felice per me e che sto giocando con continuità, quindi dopo ogni partita sono felice. Ho fatto tanti gol quest’anno e sono soddisfatto per quanto fatto, ma c’è ancora tanta strada in avanti e vogliamo raggiungere tanti obiettivi”.

Abbiamo già visto tutto di Milik?

“Secondo me no, perché vengo da due anni difficili e mi hanno lasciato qualcosa per farmi capire che posso migliorare ancora. Posso crescere e aiutare di più la squadra, ma ci vuole un po’ di tempo. Spero che il prossimo anno crescerò ancora.

Il gol più bello?

“La punizione contro la Lazio. Kane, Lewandowski, Suarez: vorrei prendere qualcosa da ognuno di loro e migliorerò sicuramente tanto. Voglio crescere, ma, come ho detto, ho bisogno di un altro po’ di tempo”.

Ancelotti

“Ho un buon rapporto con Ancelotti, che è una grande persona, un grande allenatore che ha vinto tanto. Abbiamo un bel rapporto, ma io penso a fare bene in campo e in questo modo il mister è ancora più contento”.

Sfida Milik-Dzeko?

“Non mi piace guardare gli altri giocatori, mi concentro solo su di me. Lui è un grande giocatore, ad inizio stagione ha avuto qualche problema, ma ora sta bene, segna e fa salire la squadra. È un esempio per tanti attaccanti”.

Napoli e Arsenal favorite in Europa League?

“Sarà quasi una finale di Europa League, ma per vincerla bisogna affrontare tutte le squadre. Per vincere qualcosa si devono battere le più forti e se dovessimo battere l’Arsenal, saremmo giustamente più vicini all’obiettivo”.

Champions

“La Juve ha trovato una squadra difficile da battere, perché l’Ajax gioca in modo molto offensivo e ci sono tanti giocatori forti, come De Jong”.

Rinnovo?

“Sono felice qui a Napoli e posso dire che è realmente il mio primo anno a Napoli, perché, dopo i due infortuni, è la prima stagione che gioco pienamente. Ho altri due anni di contratto, voglio stare qui. Vedremo cosa accadrà, ma sono felice a Napoli”.

“Insigne va bene come capitano?”

“A volte i giornalisti traducono male, perché Lorenzo merita la fascia di capitano. È una grande persona e merita tutto. Come ho già detto, però, ci sono tante persone in questa squadra che hanno valore e potrebbero essere capitani”.