shinystat spazio napoli calcio news Piotr Zielinski: il cocco di mamma che vuole brillare d'azzurro per altri cinque anni

Piotr Zielinski: il cocco di mamma che vuole brillare d’azzurro per altri cinque anni


Stiamo conoscendo sempre meglio con il passare degli anni, Piotr Zielinski, il centrocampista del Napoli dal 2016. Uomo di poche parole e di schiocche rosse: i napoletani lo definiscono “o brav uajone”.

È proprio così, nessun’altra frase potrebbe stargli meglio. Durante la conferenza stampa alla vigilia di Napoli-Salisburgo ha confermato il giudizio nei suoi confronti dei tifosi partenopei. Ha dichiarato che non farebbe un tatuaggio neanche in caso di vittoria di Europa League. Il motivo?“Dovrei chiederlo a mamma che fin da piccolo me l’ha sempre vietato. Mi ha sempre detto che se faccio un tatuaggio mi cancella”.Insomma, il classico figlio che ogni mamma vorrebbe.

Ed il lato professionale? Parliamo di un giocatore altalenante, che col tempo è riuscito a crescere e a conquistare la fiducia del mister. Sempre educato e a modo, ha sempre fatto presente le sue debolezze ed i suoi punti forti. Sempre in conferenza ha ammesso di dover migliorare ancora su tante cose. Le sue parole:

Devo migliore ancora sulla condizione sotto la porta, nelle scelte, a volte ci manca qualcosa sicuramente anche un pò di fortuna ma cerco di migliorami giorno dopo giorno e spero di esprimere il mio potenziale al massimo”.

In questa stagione è stato incostante.

È stato il protagonista della gara Napoli-Milan, il 28 agosto 2018, al San Paolo, mettendo a segno due goal. E poi cosa è successo?Una piccola crisi ha deluso i tifosi ed il mister. Il centrocampista polacco non è riuscito ad esplodere come tutti si aspettavano ed ecco che sono arrivate le panchine e prestazioni sottotono.

L’8 dicembre scorso, dopo quasi quattro mesi, ritorna il goal, finalmente: è Piotr che ha sbloccato la gara al San Paolo contro il Frosinone con un diagonale sinistro imprendibile. Il pubblico ha rivisto la piccola stella che invece di crescere, si stava spegnendo.

Poi a Zurigo: il 14 febbraio Zielinski ha messo a segno il 3-0 per il Napoli grazie all’assist di Callejon.

Parma, 24 febbraio: il polacco si è aggiudicato il titolo di migliore in campo. Oltre al goal, ha restituito ritmo ed imprevidibilità alla squadra di mister Ancelotti.

Zielinski si è dimostrato sì, un giocatore “altalenante”, ma alcune sue giocate gliel’hanno invidiate i grandi talenti. Sembra che Piotr sia cresciuto non solo grazie ai goal o agli assist, ma ha maturato personalità e carattere. È riuscito a riprendere in mano la sua stagione, iniziata alla grande, proseguita con alti e bassi ed ora è di nuovo in salita. Il centrocampista, circa un mese fa, ha tirato anche un respiro di sollievo con la partenza di Hamsik: non dovrà più temere la concorrenza e quel posto in campo è ormai suo.

Pilastro del Napoli di Ancelotti, è aumentata anche la sua valutazione: 60 milioni di euro. L’unico modo per non perderlo è il rinnovo: il giocatore vuole restare altri 5 anni con gli azzurri per brillare ancora d’azzurro.

Sarà accontentato? Probabilmente lo meriterebbe

GAIA MARTINO