shinystat spazio napoli calcio news Il Mattino - La rivoluzione della rosa è pronta: il primo della lista è Lozano, seguono altri profili. Tutte le cifre

Il Mattino – La rivoluzione della rosa è pronta: il primo della lista è Lozano, seguono altri profili. Tutte le cifre


Quello di Marek Hamsik potrebbe non essere l’unico addio in casa Napoli. Mertens, Callejon, Allan, Hysaj potrebbero partire e si prospettano consistenti cambi nella rosa.

Ne parla l’edizione odierna de Il Mattino che rivela la lista di profili che interessano a Giuntoli:

“Il primo della lista del tecnico di Reggiolo: Hirving Rodrigo Lozano Bahena, 23 anni, ala del Psv. Il ds Giuntoli, in gran segreto, ha giocato in anticipo e lo ha già bloccato: ha il sì di Mino Raiola, il manager di «El Chucky» (il soprannome del messicano). Ma non ha ancora l’ intesa col Psv che chiede 40 milioni, mentre il Napoli è arrivato, nell’ ultimo rilancio di pochi giorni fa, a offrire 34 milioni. È il preferito di Carletto e piace anche a De Laurentiis.

Sempre nel Psv c’ è un’ altra stellina su cui Giuntoli ha puntato gli occhi: è Steven Bergwijn, 21 anni, attaccante nativo del Suriname. Valutazione intorno ai 30 milioni di euro. Ma l’ altro colpo in canna è Fornals del Villarreal: la fuga di notizie ha spaventato il Napoli, perché ha temuto che ci fosse qualcuno disposto a pagare la clausola rescissoria da 30 milioni. Gli azzurri restano a una offerta di 22 milioni e sono certi che a questa cifra l’ affare si farà. 

Prosegue il dialogo con il Cagliari per Nicolò Barella. Nei giorni conclusivi il mercato invernale, Giuntoli ha chiesto al dg Carli se davvero ha chiuso l’ operazione con l’ Inter. La risposta è stata no. Dunque, se ne può parlare. Il Cagliari però è stato perentorio: 45 milioni o Barella resta in Sardegna. Altro baby che piace sempre di più è Sandro Tonali: il Brescia non riuscirà a trattenerlo un altro anno e quindi si è scatenata l’ asta sull’ ultimo talento del vivaio bresciano. Il Napoli c’ è. Così come su Federico Chiesa, su cui bisogna registrare la netta discesa in campo della Juventus. La Fiorentina proverà a trattenerlo anche la prossima stagione, ma è chiaro che non potrà alzare le barricate all’ infinito”.