shinystat spazio napoli calcio news Il Mattino - Hamsik: "Siete parte del mio cuore, Napoli è sempre stata una scelta. Non avrei mai indossato un'altra maglia, in Italia e in Europa"

Il Mattino – Hamsik: “Siete parte del mio cuore, Napoli è sempre stata una scelta. Non avrei mai indossato un’altra maglia, in Italia e in Europa”


Marek Hamsik non ha potuto rifiutare l’offerta dalla Cina ma per il capitano sarà difficile salutare la sua città del cuore.

L’edizione odierna de Il Mattino racconta del saluto di Marek ai suoi amici nel bar vicino casa in cui ha trascorso i suoi momenti di libertà. “Siete parte del mio cuore, siete la mia famiglia”, ha confidato.

La sua avventura napoletana termina e, scrive il giornale, non ci sarà un addio in campo. Oggi salterà l’allenamento: assente giustificato. Preparerà la partenza, che ci sarà probabilmente tra mercoledì e giovedì. La moglie ed i tre suoi figli non lo seguiranno, andranno in Slovacchia.

“Restare qui a Napoli non è mai stato un sacrificio, ma una scelta”, racconta Marek.

Il quotidiano aggiunge:

“Gli intermediari cinesi che hanno alzato un polverone nelle ultime settimane hanno rischiato di complicare il bliz dell’ emissario del gruppo immobiliare Aerbin, proprietario del Dalian, in missione in Italia: prima ha tentato l’ assalto a Belotti, poi a Ciro Immobile. Rimediato il doppio rifiuto, ecco che spunta l’ ipotesi Hamsik. È giovedì pomeriggio: il primo incontro a Milano è con Giuntoli. Hanno il sì di Venglos, agente di Hamsik, all’ offerta di un triennale a 9 milioni a stagione. Il ds del Napoli contatta De Laurentiis che nel frattempo, è venerdì mattina, ha ricevuto la telefonata di Hamsik che spiega la sua decisione. “Non posso dire di no a una simile offerta”, spiega. De Laurentiis capisce, è in debito con lo slovacco. Sa bene che quando disse di no al Milan, prese la decisione di diventare una bandiera, una leggenda del Napoli, il simbolo della sua presidenza: gli è riconoscente e non può fermarlo.

Sabato mattina Marek ne parla alla squadra: “Stasera è la mia ultima gara con voi”. Il capitano abdica, abbandona. “Non avrei mai indossato un’ altra maglia, in Italia e in Europa”, dice ai compagni. Probabile oggi la firma.