shinystat spazio napoli calcio news Sarebbe giusto ritirare la maglia numero 17 del Napoli?

Sarebbe giusto ritirare la maglia numero 17 del Napoli?


Marek Hamsik, il numero – quasi ex – 17 del Napoliè vicinissimo al passaggio al Dalian Yifang. Nella giornata di domani potrebbe arrivare la firma sul contratto che lo legherà al club cinese per i prossimi 3 anni, dopo essere diventato il primo giocatore per numero di presenze in maglia azzurra (520) e il miglior marcatore della storia del Napoli (121 gol). A questo punto una domanda sorge spontanea: sarebbe giusto ritirare la maglia numero 17?

IL NUMERO 17 A NAPOLI, ‘A DISGRAZZIA

Il numero 17 è sempre stato considerato un numero sfortunato nell’ambiente napoletano, perché associato ad eventi funesti. Il 17 deve la sua cattiva fama al corrispondente numero romano XVII che anagrammato forma la parola VIXI che significa in latino “vissi” e quindi “sono morto“, apposta sui monumenti funebri da parte delle antiche popolazioni.

Da qui il significato negativo che si suol associare a questo numero che nella smorfia napoletana rappresenta, appunto, la sfortuna, ovvero ‘a disgrazzia in napoletano.

DALLA DISGRAZZIA ALLA SANTIFICAZIONE

Il numero 17, però, ha cambiato significato a Napoli da quando è arrivato Marek Hamsik. Il calciatore slovacco che nell’estate del 2007 approdò all’ombra del Vesuvio e decise di sfidare la sorte – almeno per il popolo partenopeo – scegliendo quel numero tanto pericoloso. Con gli anni, con le emozioni che Marekiaro è riuscito a regalare ai tifosi del Napoli, dunque, il 17 ha cambiato colore. Dal nero è diventato bianco, quello stampato sulla schiena di un ragazzo che armato di una casacca azzurra ha difeso un’intera città a suon di gol, guadagnandosi il rispetto di un’ intera tifoseria.

RITIRARE LA MAGLIA NUMERO 17 DEL NAPOLI

C’è già un numero che a Napoli è diventato intoccabile. Ovviamente è il 10 che è stato di Diego Armando Maradona, ritirato prima della stagione 2000-2001. L’ultimo ad indossare quella maglia ufficialmente fu Claudio Bellucci che poi dopo la scelta della società partenopea optò per la casacca numero 11.

Oggi il Napoli potrebbe pensare di ritirare anche la maglia numero 17 e sarebbe un gesto fantastico per un campione come Marek Hamsik che ha sfidato la sorte, scegliendo quel numero di maglia, e ha costruito la fortuna di sé stesso e di un club che dal fallimento è risorto e oggi può permettersi di competere con i maggiori top club europei. Così come le imprese di Maradona, le gesta da campione e da capitano di Marekiaro hanno caratterizzato un’epoca che sembra destinata a finire, insieme alla numero 17.

RIPRODUZIONE RISERVATA