shinystat spazio napoli calcio news Fedele sicuro: "Liverpool squadra normale, i giocatori se la sono fatta sotto! Meritano 1 in pagella!"

Fedele sicuro: “Liverpool squadra normale, i giocatori se la sono fatta sotto! Meritano 1 in pagella!”


Enrico Fedele nel suo editoriale per il Roma ha commentato la gara Liverpool-Napoli. questo quanto scritto:

“Scusatemi, ma sono arrabbiatissimo. Allora lasciatemi sfogare perché io sono il primo tifoso del Napoli e questa eliminazione dalla Champions non riesco a digerirla. Non tanto per lo sfortunato pareggio di Belgrado, non tanto per il gol subito in extremis a Parigi e nemmeno per la rete incassata ingenuamente al San Paolo dalla Stella Rossa, ma soprattutto per la prestazione di ieri sera ad Anfield.

Ci aspettavamo il miracolo, invece è arrivata una grande delusione ed i veri colpevoli sono tutti i giocatori azzurri che se la sono fatta sotto contro un Liverpool che non è più la grande potenza calcistica di un tempo. È una squadra come tante, di buona levatura a livello europeo, ma per niente superiore al Napoli, che incredibilmente non è riuscito a imporre quel gioco che sa fare molto bene. È entrato in campo baldanzoso, ma dopo appena pochi minuti di gioco è letteralmente scomparso dal campo lasciando il pallino agli avversari per tutto il primo tempo.

Ho visto un Napoli impaurito, tremolante, mai in grado di recuperare una seconda palla a centrocampo, sovrastato dalla fisicità dei “Reds”. Insomma una grande delusione che mi costringe a mettere un “uno” in pagella a tutti. Non salvo nessuno: Insigne addirittura con un atteggiamento irritante, Hamsik e Allan imbambolati a centrocampo, Fabian Ruiz assente, per non parlare dei difensori, soprattutto Mario Rui e Koulibaly che hanno lasciato via libera a Salah.

Ovviamente in molti mi contesteranno duramente soprattutto per quel gol del pareggio fallito nel finale da Milik: ma se il polacco segnava il Napoli si qualificava…. Vero, verissimo ma quanti gol ha fallito il Liverpool e quante parate ha fatto Ospina? Ancelotti, a fine gara, ha dichiarato che non ha rimpianti. Io, invece, ne ho tanti, perché mi aspettavo da parte di tutta la squadra un atteggiamento diverso e non così rinunciatario. Certi professionisti non vanno giustificati quando se la fanno sotto contro avversari, a mio avviso, alla loro portata”.