shinystat spazio napoli calcio news Napoli, col Chievo è un passo indietro ma non bisogna essere tragici

Napoli, col Chievo è un passo indietro ma non bisogna essere tragici


Tra Napoli e Chievo al San Paolo è 0-0, azzurri che erano chiamati a rispondere alla Juventus, ieri vittoriosa contro la SPAL. Brutto stop invece per gli uomini di Ancelotti, squadra sbadata, impacciata e poco determinata, soprattutto nella prima frazione di gara, dove gli azzurri hanno solamente una volta impensierito Sorrentino.

Meglio anche se non di molto il secondo tempo, pali clamorosi di Insigne e Koulibaly, nulla o poco altro, era lecito aspettarsi e pretendere di più, nonostante la pioggia battente.

I partenopei oltre un giro palla estenuante (il 66%) e la collezione di corner (20), sono sembrati in difficoltà nel mostrare quella grinta e quella fame che spesso si era vista e apprezzata.

Stavolta non ha funzionato il turnover, con gli innesti di Diawara e Ounas poco funzionali e parecchio deludenti. Il centrocampista guineano non è stato decisivo, anzi è sembrato per lo più spaesato e confuso. Non meglio il suo collega di centrocampo Zielinski, anche lui insufficiente.

Sogno scudetto già svanito? Gli azzurri sono ormai a 8 lunghezze dalla Juventus, un’infinità se si pensa al valore e al ruolino di marcia della formazione di Torino, proibito però pensare che lo scudetto sia già stato assegnato. Il campionato è lungo e i partenopei hanno le carte in regola per giocarselo tutto fino alla fine.

Gli uomini di Ancelotti hanno perso due punti indubbiamente molto pesanti, ma il calendario della Juventus inizia a farsi fitto e più complesso. Occorre ripartire subito, imparare dagli errori e riprendere la marcia. Mercoledì ci sarà la Stella Rossa in Champions, poi si affronterà l’Atalanta in trasferta, queste due da un valore inestimabile.

E’ un passo indietro, certo, basti pensare che gli azzurri non hanno trovato il gol al San Paolo dopo 17 partite, ma non occorre essere tragici. Un incidente di percorso, pieno di ostacoli e insidie. Un percorso dove nulla va dato per scontato, ma che come sempre il Napoli cercherà di terminare nel migliore dei modi.