shinystat spazio napoli calcio news Galliani: "Io nostalgico di Van Basten e Maradona. Ancelotti straordinario, Napoli il top con la Juve"

Galliani: “Io nostalgico di Van Basten e Maradona. Ancelotti straordinario, Napoli il top con la Juve”


In diretta a “ Un Calcio Alla Radio”, trasmissione condotta da Umberto Chiariello sulle frequenze di Radio CRC Targato Italia, è intervenuto  il senatore Adriano Galliani, amministratore delegato del Monza e storico dirigente del Milan di Silvio Berlusconi.

Le sue parole: “Nostalgia della lotta Napoli-Milan? Moltissima, non poca. Ricordo bene Van Basten contro Maradona. Ricordo ancora gli applausi del primo maggio. Io ho pianto di gioia e per l’emozione. Fu una partita incredibile. Voi avete vinto scudetti prima e scudetti dopo.  Sono sciccherie difficili da ripetere. Ricordo una cena a casa di Silvio Berlusconi con tutta la squadra. Berlusconi è uno straordinario motivatore e ha preparato questa partita con tutti quanti gli altri. Per noi era una partita  straordinaria. Monza? Facciamo una premessa. Intanto il Monza è stato acquisito da Berlusconi a mercato chiuso. Quello che sta accadendo a Monza, quindi, non è demerito nostro. Il mercato riapre il 3 di Gennaio e stiamo pensando di rafforzare di molto questa squadra, per provare a realizzare un sogno che dura da molto. Io dico sempre che sono stato 31 anni in prestito al Milan e ora torno nella squadra della mia città. Ancelotti? Voglio parlare della persona Ancelotti. Gli voglio un bene dell’anima. È una persona straordinaria, davvero super. Io l’ho inseguito tantissimo, finché una notte ebbi finalmente il permesso di incontrarlo. Lo incontrai in una stanza d’albergo e lui trovò l’accordo economico con noi. Con il presidente trovai l’accordo il giorno dopo e poi divenne un nostro giocatore. Lui era stato sconsigliato dai nostri medici e chi l’ha venduto pensava di aver fatto un affare e invece  Ancelotti diventò fondamentale per noi. Scudetto, due Coppe dei Campioni.  

Ancelotti contro Allegri chi vince? Juve e Napoli hanno i due migliori organici della serie A, ma questi organici sono  arricchiti e potenziati dai loro allenatori che sono grandissimi. Li conosco bene e ho molto affetto per loro, credo ricambiato. Credo che la lotta per lo scudetto sia assolutamente fra queste due squadre. Non ho detto Spalletti? Spalletti ha un percorso da ottimo allenatore, ma non ha mai vinto quello che hanno vinto Allegri o Ancelotti.  È un grandissimo allenatore. Dico solo che conosco bene questi due allenatori. Chi scelgo tra i due? Voglio troppo bene ad entrambi per scegliere. Il Napoli si qualifica agli ottavi? Io credo di sì. Intanto adesso voi dovete tener conto che avete un allenatore che ha vinto ovunque sia andato. Max ha fatto quattro anni con noi e oltre ad aver vinto scudetto e supercoppa italiana, siamo sempre andati in Champions e superato il girone. Sarri? Mi avvalgo della facoltà di non rispondere (ride ndr).  Cosa penso di Sarri? Fenomeno, Fenomeno, Fenomeno. Io sono innamorato degli allenatori che fanno giocare bene le loro squadre.  Vero che l’ho corteggiato. Un altro che ho corteggiato è Giampaolo. A me piacciono gli allenatori che giocano in un certo modo.  Allenatore per il mio Monza? Brocchi quando ha allenato il Milan ha fatto una finale di Coppa Italia, giocando un’ottima partita. Il cammino, però, è lungo. Salire dalla C alla B è difficile. Più difficile che dalla B alla A.  Noi speriamo che ci saranno almeno 5-6 squadre promosse in serie B.  Noi vogliamo portare in alto questa squadra. Berlusconi vuol fare sì un’operazione sportiva, ma anche etica.  

VAR? Ieri per poco non mi è preso un coccolone quando ho visto l’intervista  a Tagliavento, quando ha parlato del gol di Muntari. Mi chiedo come si faccia a criticare il VAR mi chiedo! Metterei anche il challenge come nel Tennis. Sono tutte cose che migliorano e riducono il numero degli errori.  Mi chiedo perché gli arbitri non dovrebbero essere aiutati”.