shinystat spazio napoli calcio news Benitez: "Napoli, con Ancelotti puoi andare lontano. Doha indimenticabile! Su Insigne, Mertens e Sarri..."

Benitez: “Napoli, con Ancelotti puoi andare lontano. Doha indimenticabile! Su Insigne, Mertens e Sarri…”


Rafa Benitez, ex allenatore del Napoli ed attuale tecnico del Newcastle, ha parlato ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli, durante Radio Goal.

Queste le parole del tecnico spagnolo, riprese dalla nostra redazione: “Ancelotti è uno che la rosa sa gestirla molto bene, difatti sta facendo egregiamente a Napoli. Con lui ho un bel rapporto, sono contento. Ma, dal momento che in Italia c’è la Juve, è un po’ difficile per tutti. Lui usa al meglio la rosa, arriverà in fondo. Il campionato è lungo. Pure lo scorso anno, nonostante una grande annata con Sarri, è stato difficile con i bianconeri.  Ancelotti non mi perdona la Champions persa? Beh, due anni dopo però l’ho persa io…

Noi facemmo dodici punti e non passammo, ma oggi il Napoli in Champions è primo con sei punti nel girone: è una impresa possibile. Koulibaly è cresciuto tanto, insieme ad Albiol, ed oggi è tra i migliori al mondo. Insigne? Spesso parliamo dei suoi movimenti e di quelli di Callejon; Lorenzo può fare tutto in attacco. Se De Laurentiis mi ha chiesto di venire da dirigente? No, sinceramente no ma sono giovane e voglio ancora allenare. Io qui in Inghilterra parlo sempre del Cristo Velato, di Napoli Sotterranea, della Reggia di Caserta, di Palazzo Reale: la gente non conosce Napoli e le sue bellezze. Io ne parlo per farla conoscere. Quando qui guardiamo le partite del Napoli siamo molto contenti dei giocatori portati in azzurro, a maggior ragione di un ragazzo come Mertens, che è molto intelligente. Questa squadra non ha l’anima di Benitez, perché già Mazzarri aveva fatto un gran lavoro, noi abbiamo internazionalizzato come chiedeva Aurelio, poi ha proseguito Sarri, alla grande come Ancelotti. Se giochi bene, parlavamo con Carlo, hai possibilità di vincere. 

Sarri qui sta lavorando molto bene, il problema è che le prime tre non hanno ancora perso. Per me il City è più forte, ma anche Liverpool e Chelsea possono farcela. Vittoria di Doha tra i più bei ricordi? Decisamente sì, sono stato divinamente a Napoli. Una gara di quel livello contro una rivale come la Juve, beh, la ricordi sempre”.