El Kaddouri: “7 scudetti di fila, basta. La Juve ha stufato! Con Sarri volevo giocare di più”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Questa sera andrà in scena Napoli-Empoli e chi è il doppio ex di turno è Omar El Kaddouri, con alle spalle due stagioni ai piedi del Vesuvio e 6 mesi in Toscana. Adesso il trequartista marocchino è al Paok Salonicco ed in vista del match di stasera al San Paolo torna a parlare di entrambe le squadre.

Queste le sue parole ai microfoni di Radio Marte, durante la trasmissione radiofonica Si Gonfia La Rete:

C’è rammarico per come sia andata ad Empoli. In quei 6 mesi sono stato bene, sono arrivato l’ultimo giorno di mercato e mi sono divertito. L’esperienza non è durata tanto ed è andato tutto storto in campo, però mi sono trovato davvero bene, tra città e compagni. Speravo nella salvezza, così sarei rimasto lì.

Con Sarri speravo di giocare qualche gara dall’inizio, ma rientravo nei primi cambi e va bene così. Adesso sono in Grecia e spero che vinceremo il campionato.

Il Napoli sta crescendo sempre più. In Champions hanno raggiunto un livello mai toccato prima. Il gioco continua ad essere fantastico, continuando il lavoro di Sarri ed apportando qualche modifica. In campionato devono puntare in alto e restare in scia dei bianconeri. Se continuano così, però, è difficile per chiunque stargli dietro, ma sono fiducioso e so che il Napoli può dare fastidio fino alla fine. Sette scudetti di fila per la Juve, basta, ha stufato!

Mertens non deve convincere Ancelotti, perché l’allenatore sa bene quanto può dare alla squadra un giocatore del genere. L’ha dimostrato con Sarri. Ma il Napoli ha due grandissimi attaccanti ed Ancelotti vorrà tenerli sempre freschi entrambi“.

 

Siamo anche su Google News: per seguire tutte le news sul Napoli Calcio clicca QUI

CONOSCI SPAZIONAPOLI?

SpazioNapoli è parte della grande famiglia editoriale del Nuovevoci Network, insieme a Rompipallone.it, SpazioInter.it, SpazioMilan.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui canali social, il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Seguici su Facebook