shinystat spazio napoli calcio news Allan: "Difficile dimenticare Firenze, con la Samp siamo scesi in campo senza cattiveria. Napoli è un punto d'arrivo"

Allan: “Difficile dimenticare Firenze, con la Samp siamo scesi in campo senza cattiveria. Napoli è un punto d’arrivo”


Benvenuti cari lettori di Spazio Napoli alla diretta testuale della conferenza stampa di presentazione del nuovo partner commerciale Hankook. Per l’occasione saranno presenti Alessandro Formisano l’head of operations sales and marketing del Napoli e il centrocampista azzurro Allan. In rappresentanza dell’azienda nord coreana ci sarà Carlo Citarella, amministratore delegato di Hankook Italia. Ecco quanto evidenziato da Spazio Napoli per i suoi lettori:

Alessandro Formisano: “Per noi quest’accordo è in coerenza con la strategia e la linea marketing del Napoli. Eccellenza e qualità Hankook e Calcio Napoli hanno. La gestione dei diritti è una gestione abbastanza ampia. Insigne e altri hanno sponsor individuali. Siamo cresciuti tantissimo nei numeri, sotto il profilo commerciale, del marketing e di tutto il resto. Noi abbiamo rapporti con tante grandissime aziende come Lete e tante altre che continuano nel tempo, non ha senso fare un grande anno e poi crollare, noi restiamo sempre lì. Hankook ci ha scelto con i numeri alla mano, loro sono un’azienda asiatica e severa, ci sarà un motivo se hanno scelto noi”.

“Sono stato felicissimo quando Allan ha voluto anticiparsi nell’orario per la presentazione di quest’accordo, è un giocatore che si è sempre contraddistinto per affidabilità e impegno. Il San Paolo è uno degli stadi che si riempie sempre di più negli ultimi anni rispetto alla propria capienza, dovremmo lavorare anche per questa cosa. Che sia una sfida scudetto o con l’ultima in classifica, il Napoli ha sempre lo stadio pieno e seguito. L’emozione la passione ci contraddistingue da sempre, grazie ai tifosi riusciamo a colmare le tante lacune”.

Carlo Citarella: “Avevamo tanta voglia di chiudere un accordo con una squadra che giocasse la Champions e che si trovava in linea con noi per quanto riguarda i valori. Abbiamo trovato un accordo molto facilmente, i valori viaggiano sullo stesso treno. Questa molto emotion. Noi siamo un’azienda coreana, guardiamo soltanto i numeri. La scelta è stata fatta proprio in base ai numeri. Il Napoli come noi è un’azienda destinata a vincere. Marchio sulla divisa di gioco? Pensiamo step bu step, quando iniziamo lo facciamo con una filosofia precisa. Mai dire mai. La passione di questa squadra sul territorio è unica speriamo che Allan e i suoi compagni continuino così. Siamo lo sponsor dell’Europa League e siamo partner di Real Madrid, Borussia Dortmund, Monaco, Spartak Mosca e Sparta Praga”.

Allan: “Buongiorno a tutti, in queste prime tre giornate non sono mancate le emozioni nelle prime due positive nella terza negativa, è mancato però l’approccio e la cattiveria ci sono stati troppi errori e speriamo di non ripeterli già sabato contro la Fiorentina. La Nazionale? Una domanda difficile. Ho iniziato bene insieme ai miei compagni ed anche io a volte penso e cerco di capire cosa manca per arrivare in nazionale, ma può rispondere solo il mister.Se siamo sgonfi? No penso che in queste due settimane sono servite per rimetterci in moto e abbiamo cercato di capire gli errori commessi ora ci saranno una serie di partite importanti e non c’è margine d’errore”.

“Negli ultimi tre anni penso che ogni anno siamo migliorati, lo scorso anno abbiamo sbagliato pochissimo e quel poco che abbiamo sbagliato lo abbiamo pagato. Il campionato è difficile, ogni partita è come una finale. Se vinci con il Milan e la domenica dopo perdi con la Sampdoria sono gli stessi tre punti.La voglia di rivincita, prendere i 3 punti. La partita di Firenze? Quella partita sarà difficile da dimenticare, una partita che potrebbe valere lo scudetto, speriamo di aver imparato da questa partita. Qua abbiamo un gruppo stupendo e sono felice di stare con i miei compagni non sono io che posso dare consigli ai miei compagni. C’è gente di grande esperienza nello spogliatoio quindi non saprei che dire. I tifosi sono sempre stati il nostro dodicesimo e tredicesimo uomo, e ci danno sempre una grande mano, noi dobbiamo pensare al campo e sperare che i nostri tifosi ci siano vicino”. 

“Sei gol in tre partite sono tanti e in queste settimane abbiamo lavorato per difendere meglio ed essere più compatti. Certo con il centrocampo a due siamo più offensivi e dobbiamo stare più attenti però non credo cambi molto” Io da regista? Abbiamo tanti giocatori in quel ruolo, ma io sarò sempre a completa disposizione della squadra. Spero di dare se sempre il mio contributo qui sto benissimo. Spero di finire il mio contratto con il Napoli e vincere qualche trofeo per entrare nella storia del club. Per me Napoli è un punto d’arrivo”.

 

 

 

ULTIME NOTIZIE