shinystat spazio napoli calcio news Napoli, i giovani in attesa di una chance. Ma con la Samp Diawara può già essere titolare

Napoli, i giovani in attesa di una chance. Ma con la Samp Diawara può già essere titolare

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Per ora sono lì, parcheggiati. Ma comunque in movimento, scalpitanti, pronti a cogliere un’occasione che prima o poi arriverà. Basta aspettare. In fondo il tempo c’è, abbonda. Specialmente ora, che un nuovo corso s’è instaurato e nuove meravigliose e ignote possibilità si spalancano. La fretta ha altre motivazioni. È che qualcuno di tempo ne ha già perso. Tipo Rog e Diawara, che di chance ne hanno avute forse meno di quante ne avrebbero effettivamente meritate.

Perché il Napoli – e questa è un’affermazione opinabile – ha una panchina giovane e di valore. E un’intera linea verde che aspetta, spera e scalpita, consapevole di dover cogliere qualsiasi tipo di occasione a propria disposizione. Occasioni che arriveranno, perché la stagione è lunga, travagliata e le rotazioni saranno di casa, a Napoli.

Diawara, Rog, Fabian, Ounas. Quattro nomi, età che oscilla tra i 21 e i 23. Giovani già svezzati, che ora cercano un ulteriore salto, un altro trampolino da cui lanciarsi. E lo cercano a Napoli, dove la qualità è di casa e la concorrenza non manca. 38′ minuti più recuperi vari, il bottino collezionato nelle prime due uscite. Monopolio di Diawara, l’unico ad aver già calcato il campo in gare ufficiali.

E con risultati positivi, con il compito di fare legna contro la Lazio e di disegnare calcio contro il Milan. Un’assistenza illuminante per Allan (che poi ha servito Mertens per il 3-2) è la giocata più pregevole vista finora. E che giocata! C’è la possibilità che quel tocco d’esterno gli valga la ricompensa del posto da titolare contro la Sampdoria.

Ounas, il campo, l’ha sfiorato contro il Milan. Sull’1-2 avrebbe dovuto portare imprevedibilità all’attacco per tentare la riscossa. Non aveva fatto i conti con Zielinski, che l’ha pareggiata per conto proprio. Pazienza. Sarà per la prossima. L’algerino s’è dovuto accontentare di un bacio di Ancelotti e la riconoscenza del mister, pronto a preferirlo anche a Verdi.

Non aveva fatto i conti con la sfortuna, Fabian. Che s’è fermato in allenamento poco prima di Napoli-Milan. Problema muscolare ed esordio rimandato. Forse alla prossima, chissà. Rog, invece, dovrà lavorare ancor più duramente per scalzare uno tra Allan e Zielinski. La sua sfortuna è la forma smagliante dei due, una notizia che per il Napoli – invece – è oro colato.

Le speranze, per ora, reggono. Le attese restano, la voglia di spaccare il mondo e spiccare il volo è invariata. Diawara può rompere il ghiaccio, per gli altri quattro il campionato può iniziare in qualsiasi momento: ogni secondo, ogni occasione è utile. Basta farsi trovare pronti.

Vittorio Perrone

Preferenze privacy