shinystat spazio napoli calcio news CR7 offerto prima al Napoli, ADL: "Abbiamo formulato l'offerta, ma rischiavamo il fallimento"

CR7 offerto prima al Napoli, ADL: “Abbiamo formulato l’offerta, ma rischiavamo il fallimento”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

AGGIORNAMENTO – De Laurentiis in persona ha confermato il retroscena in un’intervista rilasciata a Repubblica: “Ronaldo era stato proposto pure al Napoli. Mi telefonò il suo procuratore, Mendes. Abbiamo formulato anche la nostra offerta e avremmo pagato CR7 con le percentuali sugli incassi successivi garantiti dal suo arrivo. I 350 milioni che investirà la Juventus sono oltre la nostra portata, avremmo rischiato di spingere il club verso il fallimento“.

08.23 – I buoni rapporti tra il Napoli e il procuratore, tra gli altri, di Cristiano Ronaldo, Jorge Mendes, aveva scatenato una suggestione che avrebbe avuto dell’incredibile. Secondo quanto riporta l’edizione odierna del Corriere dello Sport, infatti, il fenomeno portoghese è stato offerto al Napoli prima ancora che alla Juve.

Fu una mattina, non l’alba, ma un mezzogiorno rovente, in cui Jorge Mendes, il manager dei quel fenomeno paranormale che è in ottimi rapporti con il Napoli, e Aurelio De Laurentiis si persero a chiacchierare alle soglie della favola, con CR7 divenuto il soggetto di un desiderio travolgente. De Laurentiis ci pensò, fece i calcoli, si lasciò lusingare e tentennò, ma poi capì che non ci sarebbe stato un domani, o non poteva esserci per questo Napoli che ha finanze limpidissime e che però le avrebbe messe seriamente a rischio. Ci sarebbe voluta, ci vuole, una forza economica titanica per affrontare una scalata del genere, per arrivare in quella via lattea su cui rotolano palloni d’oro e Champions e tutto quel ben di Dio, e trecentocinquanta milioni di euro – più, non meno – rappresentavano, avrebbero rappresentato, un macigno enorme per una società che vuole avere lunga vita. Però ci fu modo anche di parlarne, buttando giù un piano, un prospetto o anche (semplicemente) un’idea, facendo un po’ e seriamente due calcoli, rimanendo inchiodati intorno a quei trecentocinquanta milioni: ma i riverberi del sole, ad un certo punto, divennero brucianti.

Preferenze privacy