shinystat spazio napoli calcio news ADL scatenato: "A momenti l'ok di Ruiz, incontrato Lainer. Tre nomi per la porta, avrei voluto Alisson"

ADL scatenato: “A momenti l’ok di Ruiz, incontrato Lainer. Tre nomi per la porta, avrei voluto Alisson”


Il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis ha rilasciato una lunga intervista al Corriere dello Sport. Ecco quanto evidenziato dalla nostra redazione.

ANCELOTTI

La prima impressione di Ancelotti. “Lo conosco da tempo. C’è stato modo di sentirci in passato e mi ha colpito la sua serenità, sempre. Mi piace che, come me, ritiene sia vitale mettersi in discussione, misuratamente”.

E Napoli è un esamone. La sua arte calcistica verrà messa al servizio di questi ottimi calciatori, che vanno ritenuti grandi perché lo sono e lo hanno dimostrato. Ancelotti ha scelto di mostrare la sua immensità in un calcio perennemente in evoluzione come il nostro. Il Napoli ha una sua identità e un suo Progetto, che Benitez ha cominciato a sviluppare in chiave internazionale con la sua intelligenza e la sua cultura. Con Carlo facciamo un ulteriore passo in avanti”.

Ha scritto Allegri, a proposito di Ancelotti: bentornata ad una Eccellenza. “È stato un bel messaggio. Napoli valorizza il brand del calcio italiano, come ha fatto Allegri dicendo no al Real Madrid. Sono due modelli di riferimento: ognuno con la propria storia e il proprio percorso”.

IL MERCATO

Ma Ancelotti cosa le ha chiesto? Ci sentiamo tutti i giorni e non ha mai avanzato pretese. È un uomo sicuro di sé, che quando serve mostra pure il pugno duro. Ha padronanza del segno del comando”.

Vi è chiaro dove intervenire, comunque… Due portieri, un esterno basso che sappia difendere, se vanno via Jorginho e Hamsik anche due centrocampisti. E poi abbiamo già preso Verdi: vedrete che da noi Simone sarà più sereno e farà grandissime cose”.

Se insistiamo dicendo che Fabian Ruiz è vostro? Stiamo aspettando soltanto il suo ok, che potrebbe arrivare a momenti“.

Se sottolineiamo che ha incontrato Lainer? Non lo smentirò: è successo anche l’altro giorno, a Milano, e stiamo nel pieno della chiacchierata“.

Però il portiere sta diventando un’ossessione… Non nostra. Io voglio accontentare Ancelotti, innanzitutto. A me piace molto Meret, ma quando vai dai Pozzo sai che i prezzi diventano illogici. Areola è bravissimo, come altri: Keylor Navas ha esperienza. Ma il Napoli non ha assolutamente fretta“.

I GRANDI SOGNI

Ha insistito per Chiesa, sino alla follia. “Sono andato a pranzo con Diego Della Valle, ho offerto 50 milioni di euro e mi ha detto: non posso, è incedibile, sennò viene la rivoluzione a Firenze“.

Ma non si è arreso ed è tornato all’attacco. “Gli ho chiesto: tienimi presente se un giorno dovessi cederlo. Da Diego sono sicuro che non riceverei mai uno sgarbo, anche se capisco che tra le mille cose che fa potrebbe anche dimenticarsene”.

C’è un giocatore che riprenderebbe tra quelli andati via? “Ci sono stagioni non più replicabili e ogni storia, come qualsiasi calciatore, va inserita in quell’epoca e in quel contesto. Ma sapesse quante volte ho pensato a Quagliarella, che qui a Napoli ha dovuto convivere con situazioni ignote al mondo esterno. Ora non sarebbe più giusto per nessuno, ma Fabio è un rimpianto e non è stata colpa di nessuno

C’è una cosa che si può svelare, oggi? “Avrei voluto comprare Alisson dalla Roma per 60 milioni di euro. Ma non è stato possibile e adesso la sua cessione è diventata un’asta”.

HAMSIK E JORGINHO

Capitolo cessioni, alcune romanticamente dolorose: dopo undici anni potrebbe andar via Hamsik. “E’ stato a cena a casa mia con Venglos e mi hanno detto che sarei stato contattato da un club cinese. Non si è ancora fatto vivo nessuno“.

Intanto avete provveduto a cercar altro. “Ma io devo tutelarmi, per non farmi trovare spiazzato nel caso in cui qualcuno seriamente si faccia avanti. Sono precauzioni indispensabili per un club. E comunque è stato lui a mettersi in questa situazione, non io a spingerlo”.

Jorginho è sempre ad un passo dal City…. “Ne ho riparlato giovedì con i dirigenti del Manchester e adesso i contatti li tiene Giuntoli. Dobbiamo metterci d’ accordo, ho fornito le mie indicazioni e sono andato incontro ai dirigenti inglesi. In casi del genere, se uno fa un passo indietro, l’ altro ne deve fare uno avanti. Ma esistono possibilità più che concrete che a breve si arrivi a definizione”

SARRI

Il Chelsea l’ha chiamata? “Mai ricevuto telefonate, anche se mi vengono annunciate dai giornali. Dovesse accadere, starei educatamente ad ascoltare, rifletterei e poi risponderei per il meglio del Napoli. Vorrei fosse chiara una cosa: questa non è una città da depredare, questa non è una società da sottovalutare”.

Il messaggio è chiaro ma, nel caso, esisterebbero le basi per discutere? “Io sono qua e ho già sostenuto che, eventualmente, sarei ragionevole”.

Nessun rapporto con il Chelsea, ma neanche più con Sarri…? “Non ci siamo più sentiti, non mi ha mai chiamato”.

Avrebbe potuto farlo anche lei, volendo. “Io dopo la partita con il Crotone lo ho salutato e poi ho aspettato ma né lui, né il suo manager Pellegrini si sono fatti più vivi. Ne ho preso atto e ho ripensato a una frase di mio padre: nella vita non ti devi mai meravigliare”.

Cosa gli rimprovera? “Niente. Semmai sarei stato io a dover stabilire obiettivi e paletti a inizio campionato. Ma questo di essere gran signori è una caratteristica nei comportamenti della famiglia De Laurentiis”.

GLI INTOCCABILI

Di nuovo in Champions e in Europa siete ormai di casa da circa un decennio. “Il Napoli è una realtà, siamo forti anche noi, più di quanto si creda. Gli olandesi ci hanno inserito tra le dieci società più virtuose al mondo per quanto riguarda il rapporto costi e ricavi, in assoluto tra le più sane dell’intero panorama calcistico. E invece a volte c‘è la tendenza a ridimensionare il valore dei nostri calciatori e a enfatizzare quello degli altri. Ma è un classico, nel calcio”.

Oggi esistono uomini intoccabili? “Mica uno solo! Koulibaly è inavvicinabile e con lui anche Zielinski e con loro anche Rog. A volte mi viene il sospetto che questi nostri ragazzi vengano sottovalutati; eppure, e lo dite voi giornalisti, per chiunque di loro ci sarebbero potenziali club di primissima fascia disposti a spendere. Il Napoli è una realtà, siamo forti anche noi, più di quanto si sospetti. E quei tre non si toccano“.

Confessi: ha mai rivisto, mentalmente, il finale di stagione? “Sono fatalista e penso che questo ha deciso il destino. Ma se mi fermo a riflettere, e succede, mi agito ancora”.

IL CALCIO

Il nuovo che avanza, nella costruzione della nuova Federcalcio, si chiama Giancarlo Abete, e questo sa di contraddizione in termini. “Ma io della famiglia Abete non posso che parlar bene, al di là dei miei rapporti personali con Luigi. Giancarlo è uomo colto e perbene, come ha avuto modo di dimostrare nella sua precedente gestione, e del quale ci si può assolutamente fidare

Sembra un salto nel passato oscuro, comunque. “Penso, invece, che lui per rivalutarsi e non commettere l’errore di rappresentare il passato, finirà per lanciare sicuramente un ponte verso il futuro: io sono certo che Giancarlo abbia le conoscenze per sorprenderci in modo inatteso e travolgente ed anche attraverso un processo innovativo. Gli basterà andare avanti per la propria strada e non ascoltare nessuno della vecchia Figc”.

Questo calcio ha finalmente assegnato i diritti televisivi. “Devo dire che Zappia è un manager di riferimento e di assoluto livello, capace di produrre salti di qualità. Ha dimostrato, con i fatti, che la serie A debba essere ritenuta centrale nella sua tv, che pure aveva già tutto. Chapeau a lui e a Sky”.

ULTIME NOTIZIE

CHI SIAMO

Spazio Napoli è un giornale online in cui troverai: news Napoli, calciomercato Napoli, biglietti Napoli, foto Napoli, video Napoli, Primavera Napoli.

NUOVEVOCI

Appendice sportiva della testata giornalistica “Nuovevoci” – Aut. Tribunale di Torre Annunziata n. 3 del 10/02/2011

Direttore editoriale “SpazioNapoli.it”: Antonio Manzo

Direttore responsabile: Pasquale Giacometti

Iscrizione al Registro degli Operatori per la Comunicazione n. 22640, autorizzazione della Lega Serie A all’esercizio della cronaca audio/video.

Testata non ufficiale e non autorizzata da SSC Napoli Calcio

Contatti: ufficiostampa@nuovevoci.it

Copyright © 2015 Cierre Media Srl