shinystat spazio napoli calcio news Da Mertens... a Milik!

Da Mertens… a Milik!

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Poteva essere l’anno giusto, quello delle certezze e delle consapevolezze. Ad inizio anno Sarri ha avuto la conferma dei suoi uomini, con qualche rinforzo, e c’era una vera base solida dalla quale partire. È un vero peccato per come sia andata a finire, perché dall’anno prossimo non ci saranno le stesse certezze. A partire dalla panchina, fino ad arrivare ai giocatori. Uno su tutti è sicuramente Mertens: ha una clausola davvero bassa e questo preoccupa indubbiamente… Ma dove arriva una sfortuna può nascere una fortuna. E questa fortuna per il Napoli si chiama Arek Milik!

Un occhio al futuro

Il tanto amato “Ciro” Mertens, ahinoi, difficilmente indosserà ancora la maglia azzurra del Napoli e, così, ecco il momento di Milik. Probabilmente ci sarà il passaggio di consegne, con il polacco che finalmente potrà essere al centro del progetto. È arrivato con grandi aspettative, è partito fortissimo con i gol in Champions ed in Campionato. Il ginocchio lo ha fermato, ma non si è arreso ed ha dato di nuovo l’impressione di poter essere un riferimento per il Napoli. È ripartita la stagione (quella appena terminata) ed è stato costretto ad un nuovo stop. Arek Milik però non si è lasciato abbattere ed è tornato, di nuovo, ancora più forte di prima, con il mancino sempre più carico. Oggi non avrà segnato con il suo piede preferito, ma la certezza è che l’anno prossimo potrà farlo tante volte ed i decibel, quando verrà urlato il suo nome, saranno sempre più alti.

Dal belga al polacco è un attimo, è un attimo quando c’è la staffetta tra i due per il ruolo di centravanti ed è un attimo vedere Milik che inizia a segnare a con continuità e Mertens continuare ad andare a secco. Sarà un attimo anche arrivare alla prossima stagione, con la speranza che la condizione fisica non lo butti giù per far volare su il “nuovo” Napoli!

GIOVANNI ANNUNZIATA

RIPRODUZIONE RISERVATA

Preferenze privacy