shinystat spazio napoli calcio news Paolo Cannavaro: "La Juve si può battere con una rovesciata. Ricordo la mia, il San Paolo tremò"

Paolo Cannavaro: “La Juve si può battere con una rovesciata. Ricordo la mia, il San Paolo tremò”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Ci siamo, manca davvero poco a quello che probabilmente sarà l’evento più atteso dell’anno. Domani sera Juve e Napoli si daranno battaglia all’Allianz Stadium di Torino, con i ragazzi di mister Sarri che hanno un solo obiettivo: la vittoria. In quest’ultimo periodo i bianconeri stanno accusando un po’ le rovesciate, prima con CR7 e poi con Simy. Chi di giocate acrobatiche se ne intende è Paolo Cannavaro, che ha parlato così per La Repubblica:

La Juve si può battere pure con una rovesciata, certo: lo dico con cognizione di causa, una volta ci sono riuscito. Ma il 27 agosto del 2006 lo ricordo benissimo, come se fosse ieri. Ospitavamo i bianconeri in Coppa Italia e una rete di Del Piero nei supplementari ci aveva quasi condannato: 3-2 per loro. Vidi la gente che lasciava a testa bassa le tribune e mi ribellai a un finale già scritto, lanciandomi all’attacco. Il resto fu solo istinto, il pallone arrivò dalle mie parti e lo scaraventai in porta con una capriola, restando per un attimo a terra. Fu allora che sentii il prato del San Paolo tremare, come non mi sarebbe mai più capitato nella mia carriera…“.

Preferenze privacy