shinystat spazio napoli calcio news Gattuso: "Napoli impressionante, Sarri un maestro. Reina? Non me ne può fregar di meno"

Gattuso: “Napoli impressionante, Sarri un maestro. Reina? Non me ne può fregar di meno”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Il tecnico del Milan Gennaro Gattuso ha parlato in conferenza stampa da Milanello alla vigilia di Milan-Napoli. Queste le sue parole, raccolte dalla nostra redazione.

Da tecnici come Sarri, Allegri e Di Francesco c’è tanto da imparare, io li studio continuamente. Il Napoli gioca la palla molto bene e sono una squadra tecnicamente disciplinata: la loro difesa è impressionante, ma sanno quando attaccarti e lo fanno bene; basta fare un errore e ce ne pentiremo. Le prime due settimane di lavoro sono fondamentali, le partite si fanno dopo che si ha una grande preparazione; condivido quanto fa il Napoli nella preparazione con il ritiro di Dimaro, così riescono a dare continuità”.

“Io e Maurizio ci assomigliamo, ma lui è un maestro, partendo dal basso e ha dato qualcosa di nuovo al calcio. Penso che merita il ruolo di grande allenatore, io l’ho incontrato durante Palermo-Empoli da allenatore e durante Milan-Arezzo di Coppa Italia da giocatore. Già si vedeva che era un grande allenatore e sono fiero di incontrarlo domani”. 

Buffon. “Ho commesso errori anche io, ho preso 5 giornate di Champions dopo la testata a Jordan contro il Tottenham, non posso essere io a fare la morale e giudicare quanto ha fatto Buffon, ma Gigi rimane un grandissimo campione. Io sono fiero di quanto fatto dalla Juve contro il Real”.

Donnarumma e Reina. “Sono orgoglioso per Donnarumma e le 100 partite, ma adesso deve dare continuità e provare a diventare il portiere più forte del mondo con grande serietà, che sicuramente non gli manca. Reina? Non me ne può fregar di meno, ora penso a Gigi: se Pepe dovesse arrivare lo accoglieremo a braccia aperte, ma ora pensiamo solo alla nostra partita”.

Zapata e Musacchio. “Non ho fatto riferimenti specifici a Zapata e Musacchio, abbiamo lavorato come al solito, sono ragazzi tranquilli e c’è grande fiducia in loro. Nonostante il poco utilizzo sono fiero del loro lavoro, ci daranno una grandissima mano”.

 

Preferenze privacy