ULTIM’ORA – Sky e Mediaset Premium si FONDONO, pronta la rivoluzione TV in Italia! Ecco i canali coinvolti

Solo qualche mese fa era guerra senza esclusione di colpi quella tra Sky e Mediaset, ma oggi è arrivata l’ufficialità di un accordo che ha dell’incredibile: i canali di Premium saranno visibili gratuitamente sull’emittente satellitare.

Una notizia che farà felici tutti gli abbonati di Sky che vedranno improvvisamente anche la concorrenza di Mediaset Premium senza costi aggiuntivi. L’accordo, firmato dagli amministratori delegati delle due emittenti Pier Silvio Berlusconi e Andrea Zappia, prevede ben due scenari. I canali di cinema e intrattenimento di Premium verranno trasmessi gratuitamente anche su Sky, mentre proprio quest’ultima a partire da giugno metterà piede sul digitale terrestre.

Sky infatti trasmetterà parte della sua offerta (intrattenimento e sport) anche sul digitale terrestre in alta definizione, sfruttando le bande di frequenza Mediaset, andando così a costituire una nuova realtà televisiva che ha il meglio dell’intrattenimento delle due offerte più lo sport di Sky. Non solo, anche tutti i contenuti on demand dell’offerta Premium arricchiranno il catalogo di Sky fornendo un’offerta unica.

Sky Italia dunque sfrutterà la banda dei ripetitori Ei Towers del Gruppo Mediaset, così da trasmettere la propria offerta sul digitale terrestre. Dal primo giugno, Sky andrà a creare un’offerta digitale caratterizzata da una selezione dei canali Sky e Fox con i 9 canali targati Mediaset, 5 di cinema e 4 di serie tv, che contemporaneamente saranno visibili anche sul satellite.

La domanda sorge spontanea: e dov’è il guadagno di Mediaset? La tv del biscione potrà innanzitutto allargare la sua portata di potenziali ascoltatori dei canali d’intrattenimento dagli attuali 2 milioni di abbonati ai circa 7 (se sommati con quelli di Sky). In seconda battuta, questo rappresenterebbe verosimilmente l’uscita di scena di Premium dallo sport.

Sì perché l’accordo prevede che sarà Sky a trasmettere la sua offerta sportiva sul digitale terrestre, mentre per Premium la situazione è più complicata. Il calcio è il motore trainante per una pay-tv e, attualmente, l’emittente di Cologno Monzese non detiene alcun diritto televisivo per la prossima stagione. Con Champions ed Europa League in esclusiva su Sky e con la Serie A ancora in ballo (Mediapro oggi ha incontrato alcuni dirigenti di Sky per la vendita dei diritti), Premium resta a guardare, i suoi abbonati invece non guardano nulla.

Si prefigura dunque, con questo storico accordo, la costituzione di un’unica piattaforma televisiva a pagamento in Italia dopo la tentata guerra messa in piedi da Mediaset ai danni di Sky e non andata secondo i piani.