Home » News Calcio Napoli » Chievo, il pres. Campedelli: "Milik non mi sarebbe dispiaciuto, ma l'avremmo preso solo al posto di Inglese"

Chievo, il pres. Campedelli: “Milik non mi sarebbe dispiaciuto, ma l’avremmo preso solo al posto di Inglese”

AGGIORNAMENTO ORE 15 –  Durante la trasmissione “Si gonfia la rete”, in onda su Radio Crc, è intervenuto Luca Campedelli, presidente del Chievo, che domenica prossima farà visita al Napoli. Ecco le sue parole:

Il Napoli è una squadra di fenomeni e può solo fare meglio; se ci va bene, pareggiamo. Inglese? Ci vuole pazienza. Al Napoli poteva servire, ma magari poteva servire di più al Chievo. Sarri è uno dei migliori tre allenatori d’Italia insieme ad Allegri e Gasperini. Lo scontro tra Napoli e Juve? Non so quante energie brucerà la Juve nella doppia sfida col Real Madrid, ma avrà dalla sua il fattore campo nello scontro diretto. Il pari di Ferrara non sarà piaciuto ad Allegri che però può contare su più alternative. Anche il Napoli ha grandissimi giocatori ed è difficile ad esempio sostituire Insigne, Callejon o Mertens, perché sono di un livello elevatissimo. Milik? Se fosse arrivato mi avrebbe fatto piacere, è un grande giocatore; sarebbe arrivato però al posto di Inglese, ma a gennaio non volevo darlo via“.

LEGGI ANCHE:   Napoli da record in Champions League: dato unico tra le italiane

ORE 10.01 – Luca Campedelli, presidente del Chievo, è stato intervistato da La Gazzetta dello Sport. Le sue parole, sul’edizione odierna della rosea. Ecco quanto estratto dalla redazione di SpazioNapoli:

“Giaccherini è arrivato con lo spirito e la mentalità giusti, dobbiamo solo tirargli via la ruggine. La salvezza è come il Giro d’Italia: ci aspettano i tapponi dolomitici, a ogni scontro diretto si può perdere e guadagnare tanto”.

Una battuta anche sul presidente azzurro Aurelio De Laurentiis, che a gennaio aveva chiesto di anticipare l’arrivo all’ombra del Vesuvio di Roberto Inglese: Non ce l’ha mai avuta con me. Tenerlo è stata la scelta giusta: i suoi gol ci serviranno per restare in A. De Laurentiis si consolerà con lo scudetto”