shinystat spazio napoli calcio news Strinic: "Gianpaolo e Sarri allenatori diversi ma uomini simili. Contento della mia scelta, ma per lo scudetto tifo Napoli"

Strinic: “Gianpaolo e Sarri allenatori diversi ma uomini simili. Contento della mia scelta, ma per lo scudetto tifo Napoli”


Ivan Strinic, difensore della Sampdoria, ma fino ad agosto in forza al Napoli, ha rilasciato alcune dichiarazioni ai colleghi della Gazzetta dello Sport. Il calciatore si è detto contento di aver ritrovato il campo e di star tornando in condizione, oltre ad essere più che entusiasta di essere tornato in nazionale e di aver conquistato l’accesso al Mondiale.

Ecco un estratto: “Sampdoria? Non potevo fare scelta migliore, qui è tutto splendido per me, la mia famiglia, i tifosi e la squadra. 

Avevo anche altre offerte, una dalla Fiorentina, ma sapere di trovare un’idea di gioco simile a quella su cui lavoravo da anni è stato decisivo. Al livello difensivo facciamo le stesse cose che a Napoli, in avanti giochiamo con il fantasista e non con il tridente, ma lo scompenso portato alla difesa è piccolo e noi ovviamo con qualche accorgimento e tanto lavoro. Gianpaolo e Sarri sono diversi come allenatori ma simili come uomini”.

Un passaggio, poi, sul compagno con cui si è trasferito a Genova, sponda Samp, Duvan Zapata, in un’operazione dai 23 milioni complessivi: “…è riuscito a sorprendermi, ha dimostrato di essere un grande giocatore: protegge palla, va uno contro uno e salta l’avversario, oltre a fare gol. Ho chiesto per tanto tempo al Napoli di andare via, per fortuna ci sono riuscito. Se ti alleni e non giochi, non cresci e non vedi traguardi”.

“Con i miei amici napoletani, perchè uno scudetto a Napoli sarebbe vissuto in modo incredibile”.