shinystat spazio napoli calcio news Mertens su Sarri: "Dovrebbero fare un documentario su di lui. Vi racconto un aneddoto"

Mertens su Sarri: “Dovrebbero fare un documentario su di lui. Vi racconto un aneddoto”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Dries Mertens ha rilasciato una lunghissima intervista (QUI) al quotidiano belga Het Laatste Niewus. Dichiarazioni sul suo futuro a parte, l’attaccante azzurro ha parlato anche del suo rapporto con mister Sarri:

Non mi andava bene quando partivo dalla panchina, meritavo di giocare di più e gliel’ho detto. Lui mi ha dato anche ragione, ma è rimasto convinto che fosse meglio così. Vi racconto un aneddoto. L’anno scorso, nel match col Benfica, mi disse: ‘Ascolta, parti in panchina. Sento che farai la differenza nel secondo tempo’. Dopo 60 minuti sono entrato. Eravamo 0-0 e abbiamo vinto 1-2. Diedi un assist a Callejon e feci un gol. Il mister mi ha detto, poi: ‘Scusami, ma lo sapevo’. Ho capito cosa voleva dire, a volte le gare si aprono col tempo.

Che persona è? Viene dal mondo dell’economia, è ossessionato dalle statistiche. Tatticamente è fortissimo. Fuma tanto e beve molto caffè. La sua filosofia di gioco è molto apprezzata, sa quello che fa. Per me è un grandissimo allenatore, lo dicevo anche quando mi metteva in panchina (ride, ndr). Ah, è anche moto scaramantico: ogni giorno ci alleniamo su un campo diverso; non cambia mai, a meno che non abbiamo perso. 

Penso che dovrebbero fare un documentario su di lui. Qualche volta ci dice: ‘Vengo dalla merda e ora sono in Champions, nessuno ce la porterà via’. Le nostre carriere si somigliano. Non sono mica come Lukaku che nemmeno sa cosa vuol dire giocare solo una volta a settimana? Io ho lavorato, proprio come Sarri, e mi piace”.

Preferenze privacy