shinystat spazio napoli calcio news Maggio: "Napoli è una città fantastica, quando arrivai mi dissi 'Dove sono capitato?'. Inutile nasconderlo, vogliamo vincere il campionato!"

Maggio: “Napoli è una città fantastica, quando arrivai mi dissi ‘Dove sono capitato?’. Inutile nasconderlo, vogliamo vincere il campionato!”


Il terzino destro del Napoli, Christian Maggio, ha parlato ai microfoni di Radio Kiss Kiss, raccontando la sua vita privata e di Ghoulam.

Queste le sue dichiarazioni: “Non sarà facile contro la Svezia, ma la Nazionale ha le qualità per passare il turno. Figli? Ho un bambino di 5 anni e l’ultima arrivata. La notte si dorme. La piccola è molto tranquilla e mia moglie mi lascia stare tranquillo. Vorrei godermi un po’ di più i figli, ma è il mio lavoro e lo faccio fino in fondo. Oltre al calcio mi piacciono molto i motori. Seguo la Formula 1 e la Moto Gp. A casa a Vincenza ho un’officina e mi diverto a montare e smontare pezzi di auto e di moto. E’ un passatempo che porto avanti nel poco tempo che ho. Il rapporto con i miei genitori è stato fondamentale. Quando avevo 17 anni papà è andato via, ma mi ha lasciato tanti insiegnamenti e anche graze a quello ho raggiunto obiettivi che avevo promesso a papà”.

Continua sul Napoli e sulla città partenopea“Quando sono arrivato a Napoli ero un ragazzo molto tranquillo, arrivavo da un contesto molto tranquillo e nei primi mesi non è stato facile e mi sono detto ‘mammamia, dove sono finito’. Invece, poi mi sono ambientato e mi trovo benissimo. Ho detto a tanti amici di venire qui a Napoli ed anche loro all’inizio erano scettici, poi quando li ho convinti non volevano più andarsene. Ieri ho parlato con Faouzi, l’ho visto tranquillo e abbastanza sereno. Secondo me non ha ancora realizzato il tipo di infortunio e in quel periodo serviranno i compagni e gli amici. Ci sono passato anche io, Ghoulam ha la mentalità e la forza giusta per tornare più forte di prima”.

Prosegue così: Mazzarri è stato un grande allenatore, mi ha dato tanto e mi ha fatto crescere molto sia a Genova che a Napoli, è lui che mi ha fatto approdare in Nazionale. Il bello di Napoli è che tutti i giorni c’è qualcosa che si inventano. Anche in trasferta Starace ci porta il caffè. Nello spogliatoio c’è armonia, si ride e si scherza tanto, ma quando c’è da fare sul serio ci impegniamo tutti come si deve. Jorginho ultimamente è scatenato su Instagram, ma la maggior parte del gruppo è divertente”. 

Christian ha poi parlato ai microfoni di Kiss Kiss Napoli:

Sulla situazione in campionato degli azzurri“La partita con il Chievo è stata strana sotto certi punti di vista, siamo arrivati un pò scarichi dall’impegno in Champions ma siamo consapevoli della nostra forza. Vogliamo dimostrare il nostro valore, ma è normale non andare sempre a 100 all’ora. A fine campionato vogliamo fare qualcosa di importante. Il Milan è galvanizzato dal risultato col Sassuolo, si aspettavano qualcosa in più da quest’avvio ma il campionato è ancora lungo, possono succedere tante cose. Dobbiamo pensare a noi stessi, avremo i tifosi che ci aiuteranno e faremo il massimo facendo risultato”.

Sul proseguo della stagione: “Non sarà facile passare il turno, dobbiamo vincere le prossime due partite per sperare. Dovremmo guardare anche ai risultati delle altre ma l’importante è fare il nostro dovere. Vincere il campionato è il nostro obiettivo, inutile nasconderlo”.

Su Sarri“Non sarà contento delle assenze a Castel Volturno. Vorrebbe sempre lavorare con tutti noi, ma è comunque un segnale positivo poichè significa che stiamo facendo bene e tutti guadagnano la Nazionale. Siamo in 7-8 qui e cercheremo di lavorare bene e ricaricare le energie per la prossima partita”.