shinystat spazio napoli calcio news Il Mattino - Parola agli esperti: "Se Ventura rinuncia a Insigne, perde la fantasia"

Il Mattino – Parola agli esperti: “Se Ventura rinuncia a Insigne, perde la fantasia”


Gli Azzurri si preparano alla doppia sfida con la Svezia, dove è impossibile sbagliare. Venerdì ci sarà il match di andata e nell’attesa si parla di possibili e probabili formazioni. Un dato quasi certo è quello del 3-5-2, modulo che però terrebbe fuori per incompatibilità tattica Lorenzo Insigne.

L’edizione odierna del Mattino ha raccolto le opinioni di esperti, allenatori ed ex giocatori sulla mancata presenza in campo dal primo minuto di Lorenzo Insigne. Per Franco Causio, campione del mondo nel 1982, è difficile fare a meno del napoletano: “Il ragazzo merita perché ha dimostrato di essere decisivo con la maglia del Napoli. In Nazionale è tutta un’altra cosa: non ci sono schemi già collaudati e non ci si trova a memoria come accade nel club. In Nazionale cambiano gli interpreti e la mentalità”.

Per l’ex allenatore del Napoli Franco Colomba, Insigne è invece assolutamente irrinunciabile: “L’Italia non può fare a meno di Insigne perché ha caratteristiche diverse da tutti gli altri giocatori in rosa: è in grado di servire assist per i compagni, di inventare la giocata vincente anche da calcio piazzato ed è maturato molto. Ma è chiaro che perché possa rendere al meglio deve giocare in un tridente”.

Dello stesso avviso è Emiliano Mondonico: “È il giocatore più determinate tra quelli a disposizione di Ventura, ma non ha bisogno di 90′ per dimostrarlo. Gli possono bastare un tempo o anche solo una mezzora. Ecco perché anche io lo userei a gara in corso, ovvero quando gli avversari sono più stanchi. Il suo ingresso può portare tanta freschezza”.

Gigi Cagni invece comprende la scelta di Ventura: “Insigne è determinante con i suoi colpi, ma in questo momento l’unica cosa che conta è andare al Mondiale. Ecco perché credo che Ventura partirà con una squadra che offre delle garanzie difensive maggiori. Insigne ti può risolvere la partita in ogni momento perché entra subito in condizione e inizialmente può partire dalla panchina”.

Infine, l’opinione di Fabrizio Ravanelli: “So bene cosa vuol dire giocare partite come queste e so anche che per vincere bisogna rispettare le idee del ct e portargli rispetto. In questo momento Insigne è uno dei più in forma del campionato e può risolvere la partita con una giocata: è uno dei talenti della serie A e credo proprio che sarà decisivo in queste due partite dell’Italia”.