Cassano ribadisce: "Non è detto che abbia smesso di giocare. Messi stratosferico, migliore anche di Maradona"

Cassano ribadisce:

Antonio Cassano ha parlato ieri sera nel corso della trasmissione Chi ha incastrato Peter Pan, in onda su Canale 5. Ecco le sue dichiarazioni: "Non è detto che ho smesso di giocare".

"Mio figlio Lionel l'ho chiamato così per Messi. Ho un amore a livello calcistico immenso per lui, è stratosferico. Per me è il calciatore più forte della storia, senza Maradona e gli altri: stanno tutti fuori, per me è decisamente più forte anche di lui".
Sulla Juventus: "La Juve non mi va a genio, probabilmente perché vince tanto. L'ho rifiutata tre volte perché lì sono tutti inquadrati e io no, ma va bene così. Sono contento di essere interista. Però amo segnare contro i bianconeri".

Sui giocatori con cui ha giocato: "Ho avuto la fortuna di giocare con Zidane e Ronaldo, ma mi sono divertito di più con Totti, in assoluto".

Sul futuro: "Voglio andare da chi mi fa felice. Una volta sola sono stato felice di andare in una squadra col contratto in bianco. La squadra più bella del mondo, l'Inter".

Entrato poi Gigi D'Alessio in studio, ha scherzato dicendo: "A proposito, mi ha chiamato Maradona. Dopo ti vuole sentire per la storia di Messi".

Siamo su Google News: tutte le news sul Napoli Calcio CLICCA QUI

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram