Museo del Napoli e squadra femminile: i vantaggi delle due proposte di ADL

È ormai noto che il presidente De Laurentiis rappresenta un vulcano in piena eruzione di idee quando viene interpellato. E con la recente intervista a Il Mattino non è stato da meno: lanciate le idee di un museo itinerante sulla storia del Napoli e di una squadra del Napoli femminile.

Museo del Napoli

È ormai usanza di molti club di grande storia quella di inaugurare dei musei che permettano ai visitatori di ripercorrere tutte le gesta della società. E il Napoli non è da meno. Pur non vantando gli innumerevoli trofei di Barcellona e Real Madrid, due tra i musei sportivi più visitati al mondo, o delle corrispettive italiane Juventus e Milan (nel cui stadio il museo è dedicato anche all’Inter), il Napoli gode di una storia affascinante. Un museo potrebbe ad esempio attrarre visitatori da varie zone del mondo per ammirare i cimeli o le storie ereditate dal più grande calciatore della storia, oppure anche la resurrezione dalle ceneri del fallimento, perché le storie di riscatto sono sempre appassionanti. Oltre ovviamente ai trofei di epoca passata e recente che la società può comunque vantare in bacheca.

Un museo serve innanzitutto per incamerare commercio nella zona in cui questo sorge. I vantaggi economici non deriverebbero solo dal ticket di ingresso, ma anche dalle attività commerciali che sorgerebbero intorno. Senza contare il fatto che un museo rappresenta la promozione di un brand. Il Napoli si sta facendo notare a livello europeo per le prestazioni sportive, ma per rendere conosciuta e appetibile anche la società Napoli, oltre che il gioco, la promozione del brand risulta essere fondamentale.

Il rovescio della medaglia, però, è che, di norma, i musei sportivi sorgono all’interno degli impianti che ospitano la squadra che li riguarda. Il San Paolo, invece, non sembrerebbe ad oggi un impianto pronto ad inglobare un museo, e non sarebbe nemmeno esteticamente appetibile. Resta da vedere la soluzione che De Laurentiis troverà a questo problema.

Napoli femminile

Il calcio femminile è ormai un movimento in continua espansione. In molte zone d’Europa è già prassi, mentre l’Italia del calcio è ancora in ritardo rispetto alla controparte femminile. A dimostrare la bontà delle competizioni femminili, basti pensare alla consistente presenza femminile in manifestazioni ufficiali come la cerimonia del Pallone d’Oro.

La proposta di De Laurentiis di costruire un Napoli Femminile sarebbe sicuramente un modo per portarsi avanti rispetto alla maggior parte delle realtà italiane, fornendo una buona posizione di partenza proprio alla squadra che verrà. È inoltre interessante la proposta del patron azzurro di far coincidere le partite delle due squadre, in modo da avere uno spettacolo più lungo.

I commenti sono chiusi.