Home » News Calcio Napoli » Caso Neymar-Cavani - Il Psg ha deciso: è il Matador il rigorista. Pace apparentemente ripristinata

Caso Neymar-Cavani – Il Psg ha deciso: è il Matador il rigorista. Pace apparentemente ripristinata

15.30 – Arrivano le prime indiscrezioni sull’esito della chiacchierata tra il ds del Psg, Antero Hnrique, e i calciatori Cavani e Neymar, dopo i pesanti screzi di domenica scorsa. Secondo quanto riportato da RMC Sport, il tutto si sarebbe risolto con una stretta di mano.

Il Psg ha chiarito la situazione rigoristi: toccherà a Cavani calciare i penalty, con Neymar che ne resta il sostituto. Per il momento, dunque, gerarchia confermata e pace ripristinata. Almeno apparentemente.

 

11.00 – Neymar-Cavani: è rottura. Ieri un’indiscrezione proveniente dalla Spagna ha rivelato che, dopo i fatti di domenica scorsa, il brasiliano avrebbe addirittura chiesto alla dirigenza del Psg la cessione del Matador. “O io o lui”, insomma.

LEGGI ANCHE:   Il piano B di Ndombele è in Italia: il Napoli ha un piano

E da Parigi? Dalla Francia arrivano nuovi dettagli: pare che Nasser Al-Khelaïfi abbia incontrato personalmente i due, provando a chiarire la situazione. Ci vorrà, però, molto più di una chiacchierata.

Neymar, infatti, non è nuovo a episodi di questo genere. Come riporta il sito PremiumSportHD, il brasiliano già ai tempi del Santos aveva assunto atteggiamenti simili. L’allora tecnico Dorival Junior, ad esempio, fu esonerato proprio dopo aver impedito al brasiliano di calciare un rigore. Era durante la partita di campionato contro il Goainiense, quando l’allenatore richiamò Neymar che già si accingeva a battere il penalty per fargli cedere la palla a Marcelo. Subito dopo, l’attuale stella del Psg si avvicinò alla panchina ed iniziò ad insultare il tecnico, tanto che fu necessario l’intervento del guardalinee per placare gli animi. Il calciatore, poi, si scusò; ma Dorival chiese alla società di multarlo e di sospenderlo.

LEGGI ANCHE:   Hellas Verona-Napoli: 4-3-3 e due ballottaggi in vista della sfida di lunedì

Come andò a finire? Che l’unico a non vedere più il Santos, appunto, fu proprio Dorival, esonerato dalla società.