Alta tensione a Verona: scaramucce in tribuna e cori contro il Vesuvio, insulti anche agli ex Dezi e Roberto Insigne!

AGGIORNAMENTO 22:15 – Il pubblico di Verona, com’era prevedibile, si è lasciato andare ad una serie di sfottò verso i tifosi del Napoli. L’ultimo coro proveniente dagli ultras casalinghi, tuttavia, ha tutto fuorché un tono scherzoso: “Vesuvio, lavali col fuoco!”. Classica espressione razzista che, ormai, accompagna la compagine azzurra, ed i propri tifosi, in giro per l’Italia.

Ma non finisce qui. Il pubblico di casa, infatti, avrebbe ricoperto di insulti gli ex giocatori del Napoli Dezi ed Insigne Jr. presenti allo stadio, costringendo le forze dell’ordine a provvedere per un cambio di posto in tribuna. Di seguito, il tweet che conferma la notizia.

_______________________________________________________________________

Verona-Napoli entra nel vivo. La rivalità tra le due tifoserie, nel corso della partita, si è manifestata in diverse circostanze, in particolare ogni qual volta un giocatore azzurro nello specifico tocca palla. Si tratta, ovviamente, di Lorenzo Insigne.

LEGGI ANCHE:   Napoli-Salernitana, Osimhen ha fatto una richiesta a Spalletti

CORI VERSO INSIGNE

Il pubblico di casa, infatti, non perde la minima occasione per beccare il talentuoso attaccante del Napoli, unico elemento della rosa azzurra in campo ad essere partenopeo. Il calciatore, con gran professionalità, sembra non curarsi dei numerosi cori al proprio indirizzo, segno di grande concentrazione verso la delicata gara in corso.

Dopo il raddoppio di Milik, inoltre, sono aumentati i malumori tra le tifoserie presenti allo Stadio Bentegodi, con un po’ di tensione che sembra evidente tra i supporetrs presenti in tribuna. Le forze dell’ordine, comunque, monitorano la situazione.

Siamo su Google News: tutte le news sul Napoli Calcio CLICCA QUI