shinystat spazio napoli calcio news Maksimovic: "Sto bene e sono a disposizione del mister. Preliminari primo traguardo, Scudetto obiettivo e non sogno. Su Sarri..."

Maksimovic: “Sto bene e sono a disposizione del mister. Preliminari primo traguardo, Scudetto obiettivo e non sogno. Su Sarri…”


Il difensore azzurro Nicola Maksimovic è intervenuto con un’ampia intervista ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli durante la trasmissione Radio Gol. Tanti i temi affrontati, queste le sue dichiarazioni:

I meccanismi di Sarri. Sono al secondo anno, con il mister il lavoro è molto importante, soprattutto per noi difensori. L’anno scorso ho avuto un po’ di problemi, anche per imparare le cose, ero abituato a giocare in un altro modo. Ora sto bene e sono a disposizione del mister.

Lavoro intenso, ma con entusiasmo. Sì, tanti ragazzi sono arrivati dopo pochi giorni di vacanza per partire con il gruppo. Siamo un gruppo forte, gli allenamenti sono con il pallone, così è più semplice.

La Champions. I Preliminari sono il primo obiettivo, poi ne abbiamo altri. Questa squadra ha tante potenzialità, ma non parliamo prima. 

Regalare un sogno. Questa squadra non può avere lo Scudetto come sogno o tabù, è un obiettivo. Il mercato non è ancora finito, però comunque possiamo dire che questo gruppo ha le potenzialità per raggiungere grandi obiettivi.

La forza dell’attacco. Si è visto l’anno scorso, con Mertens al posto di Milik, ha fatto un campionato straordinario. C’è Milik, Pavoletti, Adam che è appena arrivati. Abbiamo un grande attacco, anche oltre i titolari, pronti a prendersi le proprie chances. 

Una grande stagione. Ci sono tanti giovani, si punta tanto su questo. Lo scudetto non deve essere un sogno ma un 0biettivo normale. Manca ancora qualcosa, ma stiamo lavorando in ritiro per superare tutto e migliorarci.

Sarri maniacale. In questo momento è difficile fare le cose benissimo, le gambe sono un po’ pesante. Ma con lui si ripete tutto tante volte, così si migliora.

L’alchimia con i tifosi. Si vede dal primo giorno di ritiro, fin dal primo giorno tantissimi tifosi, ci troviamo con loro. Per noi è importantissimo, come è successo l’anno scorso dove siamo cresciuti molto dal punto di vista de gioco.

Oggi la prima partita. Servirà soprattutto a valutare il nostro valore, è una partita da affrontare come tutte le altre. Dobbiamo vincere e confrontare il lavoro fatto

La domanda di Baldari: Sei il più bello? Non voglio essere protagonista (ride). Ci sono tanti bei ragazzi.

 

Preferenze privacy