shinystat spazio napoli calcio news Insigne: "Con il Real abbiamo dimostrato tanto, ci sono ottime basi per lottare per lo scudetto! Sull'essere leader e sulla Juve..."

Insigne: “Con il Real abbiamo dimostrato tanto, ci sono ottime basi per lottare per lo scudetto! Sull’essere leader e sulla Juve…”


Intervenuto, al fianco di Maurizio Sarri ed Allan, direttamente dal ritiro di Dimaro, l’attaccante del Napoli Lorenzo Insigne ha risposto alle domande dei tifosi presenti al meeting organizzato in serata. Queste le dichiarazioni dell’esterno azzurro.

Sull’essere leader e meno nervoso: “Mai stato nervosissimo, mi infastidiva non riuscire a segnare all’inizio. Ho sempre dato il massimo, mi sono sempre sacrificato per la fase difensiva, credo che vada considerato un aspetto del genere. Non bisogna dare peso solo alle reti segnate, assolutamente, ma prometo di impegnarmi sempre di più”. 

Sull’aggressività mostrata nella gara interna con la Juventus: “Non è stata una richiesta del mister, alcune volte ci danno fastidio alcuni atteggiamenti, non so se sono frutto di richieste esplicite della società (sorride, ndr). Quello che posso dire è che, sicuramente, faremo il massimo per partire col piede giusto ed offrire belle prestazioni”. 

Sulla fiducia dell’ambiente: “Sono felice della grandissima fiducia del mister e di tutto l’ambiente, spero di riuscire a ricambiare questo grande affetto sul campo”. 

Sul doppio impegno con il Real Madrid: “Sapevamo che sarebbe stata una partita difficile, il Real ha grandi campioni su cui poter contare. Sia all’andata che al ritorno abbiamo dimostrato di essere una grande squadra, abbiamo dato tutto, ma è andata male. Siamo, però, rimasti uniti, questo ci ha dato una spinta per dare il massimo anche nella parte finale del campionato”.

Sul segreto del suo talento: “Allan dice che non sono forte (ride, ndr). Non ci sono troppi segreti, ho lavorato duramente, ma credo che il mio sia un dono. Spero che un giorno anche tu possa diventare un campione come me (rivolto ad un piccolo calciatore, ndr)”. 

Sullo scudetto: “E’ un sogno che condivido con tutto l’ambiente, assolutamente. Abbiamo messo grandi basi, nell’ultimo anno, per fare benissimo quest’anno. Siamo consapevoli che sarà un anno importante, daremo il massimo per raggiungere quanto prima questo nostro obiettivo”. 

Sui sacrifici per avere successo: “Da piccolo ho fatto tanti sacrifici, non che ora sia grandissimo (ride, ndr). Seriamente, ho dovuto conciliare lavoro e passione per il calcio, andando a lavorare la mattina ed allenandomi nella seconda metà della giornata. Si tratta di sacrifici che ho fatto volentieri, si tratta di uno step fondamentale”. 

Sui ricordi dei ritiri precedenti: “Ricordo ancora il primo ritiro a Folgarida, assolutamente. E’ servito tanto, a noi giovani del tempo, essere in ritiro con i campioni del tempo. Spero che la cosa possa ripetersi, spero che i giovani di oggi possano apprendere tanto dal ritiro con i grandi giocatori presenti oggi”. 

21:16 – Maurizio Sarri, Allan e Lorenzo Insigne sono arrivati in sala: al via le domande per gli azzurri

Preferenze privacy