shinystat spazio napoli calcio news Il potere dell'indifferenza

Il potere dell’indifferenza


Ci siamo. Mancano ormai pochi giorni ad una doppia sfida che il crudele destino del dio Eupalla ha disegnato per ravvivare un campionato amorfo e insignificante. Due Napoli-Juve in 72 ore: San Paolo gremito in ogni ordine di posto, una manna dal cielo per lo spettacolo e le televisioni che lo manderanno in onda.

Anche perché, come nella migliore trasposizione di un dramma shakespeariano, il plot with in the plot, la trama nella trama, è rappresentata dal ritorno al San Paolo di Gonzalo Higuain. Un misto di emozioni che nelle ultime ore sta prendendo sempre più il sopravvento. E che esploderà in tutta la sua interezza domenica sera, alle 20.45.

Si stanno moltiplicando – basta scorrere i social (clicca qui) per accorgersene – le iniziative volte ad “accogliere” l’attaccante argentino. Dalle curve la decisione sembra presa, al netto di cambi di idea dell’ultim’ora: nessun trattamento speciale per Higuain, che dagli ultras non è stato mai acclamato, e che quindi a tutti gli effetti non è considerato nemmeno un traditore.

Ovviamente però, la stragrande maggioranza del tifo azzurro farà sentire il suo sibilo. Fischi assordanti per il core ‘ngrato dei nostri anni, a causa di una ferita che sanguina ancora. Non è andato giù, al popolo napoletano, che l’argentino abbia scelto proprio la Juve. E soprattutto che – si ascolta e si legge da più parti – abbia svolto le visite mediche a Madrid, di notte, in totale silenzio.

Inutile sottolineare che qui non abbiamo la presunzione di dire cosa sia giusto o non giusto fare. Tutti, però, siamo rimasti feriti nella vita, in amicizia, in amore, insomma nei sentimenti. E superata la legittima rabbia iniziale, forse davvero il trattamento migliore da riservare a determinate persone è il silenzio. Il potere dell’indifferenza. Che fa credere, a chi lo subisce, di non aver lasciato traccia nel cuore di chi è stato tradito. Anche se poi non è vero.

Vincenzo Balzano

Twitter: @VinBalzano

Preferenze privacy