shinystat spazio napoli calcio news Sergio Ramos è la "cazzimma" del Real Madrid: numeri pazzeschi

Sergio Ramos è la “cazzimma” del Real Madrid: numeri pazzeschi


Alla fine, l’ha decisa ancora lui: Sergio Ramos. Nelle partite importanti, il capitano dei blancos ci mette sempre la firma, o meglio la testa.

Come scrive La Gazzetta dello Sport, la “cazzimma” di Sergio Ramos in questi momenti viene sempre fuori, specie quando si avvicinano i minuti finali della gara, quasi a volersi comportare perfidamente. Sui calci piazzati non si può perderlo di vista nemmeno per un istante, e la marcatura a zona messo in atto dal Napoli sui calci d’angolo gli ha dato l’opportunità di decidere il match.

Il gol più celebre resta, ovviamente, quello al 93′ in finale di Champions contro i cugini dell’Atletico, portando la gara ai supplementari. Ma tante altre volte SR4 è risultato decisivo. Sarri, quasi profetico prima della partita, aveva dichiarato: “Puoi studiarlo in tutti i modi possibili, ma quando è in area di rigore ti frega sempre“. Parole che sanno di presagio.

Non che Ramos sia il difensore perfetto: in diverse serate, quando l’avversario non è dei più forti, si distrae. Quest’anno ha già causato diversi calci di rigore, nel penultimo nel match di Liga contro il Las Palmas terminato 3-3.

Ma ha comunque dei numeri pazzeschi: con il Madrid ha segnato 68 gol, di cui 11 in Europa. E di questi 11, 7 di testa. Ha segnato lo stesso numero di gol di un certo Roberto Carlos. Hierro ne ha messi a segno molti di più, ben 127, ma lui oltre a giocare da difensore, spesso veniva schierato a centrocampo. E inoltre, per Ramos segnare così tanti gol negli anni di CR7, Bale e Benzema

Ma il Napoli non è la prima vittima illustre in questa stagione: ha deciso la Supercoppa Europa contro il Siviglia (il Real perdeva, lo ha portato ai supplementari e infine hanno vinto), ha pareggiato all’ultimo minuto in campionato contro il Barcellona. Al momento è a quota 10 gol in stagione, in attesa di capire chi sarà la sua prossima vittima.

Da piccolo il padre lo teneva ore e ore in spiaggia a farlo allenare sui colpi di testa. Poi, giocare in un club storicamente offensivo come il Real, lo ha portato a saper segnare con frequenza. Sergio Ramos, talento e cazzimma, proprio le qualità che piacciono a De Laurentiis, ma che ieri, forse, non avrà apprezzato poi tanto.

Preferenze privacy