shinystat spazio napoli calcio news LAVAGNA TATTICA - Palleggio, pressing e transizioni positive: le chiavi della vittoria! Ma quanti punti in comune tra il goal di Strootman e quello di Kroos

LAVAGNA TATTICA – Palleggio, pressing e transizioni positive: le chiavi della vittoria! Ma quanti punti in comune tra il goal di Strootman e quello di Kroos


Il Napoli torna da Roma con tre punti in più in classifica, e con qualche certezza ritrovata. Dopo le ultime uscite in cui si era palesato un calo mentale, più che fisico, gli azzurri dovevano ritrovare le solite geometrie di campo e la solita lucidità nel creare determinate situazioni di gioco. Missione compiuta, anche se qualche svarione difensivo lascerà poco tranquillo mister Sarri in vista della sfida contro il Real Madrid.

Come detto, però, il Napoli disputa una gara solida e di personalità, mettendo in campo le armi ormai consuete. Tanto palleggio in zone basse di campo, accelerazioni improvvise; verticalizzazioni immediate su recupero palla. La Roma non riesce ad opporsi come all’andata, anzi, i giallorossi si rendono autori di una delle peggiori prestazioni dell’ultimo periodo.

Unica nota negativa, in casa Napoli, l’ennesima rete subita. Tra l’altro, il goal di Strootman somiglia in maniera inquietanti al secondo goal subito a Madrid ad opera di Kroos. La compattezza difensiva va anch’essa ritrovata, perché non si può sempre sperare nella giornata “sì” di Pepe Reina.

PRIMO GOAL DEL NAPOLI – Gli azzurri sbloccano il match con il solito Dries Mertens al 26′. L’azione del goal nasce da una giocata “semplice semplice”: palla avanti-palla dietro-apertura-doppia imbucata. Disastrosa – va detto – la retroguardia giallorossa, sia individualmente che collettivamente:

Classica giocata di doppio scambio-palla al terzo: le frecce numerate (1, 2 e 3) evidenziano la giocata del Napoli. Il cerchio rosso sottolinea la scarsa organizzazione difensiva dei giallorossi che si lasciano attirare in zona palla. Altro aspetto: Mertens (cerchio azzurro) può muoversi liberamente tra Fazio e De Rossi (linea gialla)

Jorginho apre in ampiezza (freccia 1) per Ghoulam, che, a sua volta, trova l’imbucata (freccia 2) per Hamsik (cerchio giallo)

 

Fondamentale la prima ricezione palla di Hamsik (cerchio giallo) che si apre il campo in maniera perfetta. Scelta scellerata di Fazio (cerchio rosso) che decide di avanzare su quella che sta per diventare una palla scoperta, vista la ricezione ad aprire di Hamsik e vista la mancata pressione sullo slovacco. Mertens sfrutterà l’uscita completamente fuori tempo di Fazio per infilarsi nella retroguardia giallorossa

 

Il triangolo giallo dimostra la scarsa organizzazione difensiva della Roma. L’imbucata (freccia nera) di Hamsik taglia totalmente fuori causa i tre difensori giallorossi

 

Fazio (cerchio rosso), uscito completamente fuori tempo, lascia la profondità a Mertens che può ricevere il passaggio filtrante (freccia nera) di Hamsik

RADDOPPIO AZZURRO – Il secondo goal di Mertens (al minuto 50′ della ripresa) è un monumento al gioco di Sarri: pressing in zone altissime di campo; intercetto di Callejon; transizione positiva immediata; apertura in ampiezza su recupero palla e attacco alla profondità:

Il Napoli alza il pressing nella metà campo della Roma, andando a comporre un 3vs3 evidenziato dalle tre linee bianche e tre linee rosse

 

Errore di Fazio che non si accorge della presenza di Callejon (cerchio bianco) e prova il passaggio filtrante (freccia rossa) prontamente intercettato dall’esterno spagnolo

 

Rubata palla, il Napoli “transa” velocemente aprendosi in ampiezza e attaccando la profondità. Non si può dire la stessa cosa della transizione – in questo caso – negativa della Roma che lascia tutto il fianco (rombo rosso) all’attacco di Insigne (cerchio giallo)

 

Mertens (cerchio bianco) si inserisce nello spazio (linea rossa) tra i due difensori della Roma, sfruttando al meglio l’assist (freccia nera) di Insigne

GOAL DELLA ROMA – Il Napoli abbassa i ritmi, sia in fase di possesso che nel pressing, e la Roma ne approfitta per accorciare le distanze all’89’ con Strootman. La rete dei giallorossi, come già detto in precedenza, ha troppi punti in comune con quello subito da Toni Kroos in Real Madrid-Napoli:

Lasciare Perotti in 1vs1 non è mai una buona idea. L’esterno argentino salterà in velocità Rog (cerchio rosso)

 

Né Callejon né Diawara chiudono la linea di passaggio (freccia rossa) di Perotti (cerchio rosso) che può, quindi, scaricare per Strootman (cerchio giallo)

Esattamente come successo a Madrid:

Anche in questo caso, né Diawara né Hamsik annullano lo scarico (freccia bianca) di Cristiano Ronaldo per Kroos che arriva a rimorchio

Salvatore Nappo

RIPRODUZIONE RISERVATA

Preferenze privacy