shinystat spazio napoli calcio news Cinici, freddi, reattivi: Mertens e Reina semplicemente fantastici. Sono loro i migliori in campo a Roma!

Cinici, freddi, reattivi: Mertens e Reina semplicemente fantastici. Sono loro i migliori in campo a Roma!


Il Napoli supera la Roma per 1-2 e si rilancia in ottica secondo posto, avvicinando i giallorossi ora a meno due. Un assist, peraltro, alla Juventus che vincendo domani può staccare ancor di più De Rossi e compagni dalla rincorsa ad un titolo che comincia a colorarsi nuovamente di bianconero.

All’Olimpico 75′ eccezionali di Hamsik e compagni: ultimo quarto d’ora a leggero appannaggio giallorosso, con una tensione crescente che ha portato la Roma ad accorciare le distanze, ma alla fine a trionfare sono gli azzurri: tre punti pesantissimi ed una partita quasi senza macchie. Bravi in difesa Koulibaly ed Albiol, Ghoulam sempre propositivo in chiusura e in avanti. Nota dolente, leggera, Hysaj, ma il reparto arretrato è promosso, finalmente. A centrocampo benissimo JorginhoHamsik ma a fare la differenza è la stella di Marko Rog, peraltro vicino al gol nel finale e protagonista di una gara che anche lui farà fatica a ricordare: per quanto altro tempo potrà essere usato col contagocce? Poco, invero.

In avanti è poi la solita storia: Insigne e Callejon sono il contorno perfetto per Dries Mertens, il primo dei due migliori in campo per la redazione di SpazioNapoli.it. Il belga zittisce e, di conseguenza, punisce. Non una ma tre volte, con una rete annullata tra mille dubbi ed una doppietta che parla chiaro: sono diciotto le reti in Serie A, ventidue totali in stagione coppe comprese. Cinico e freddo, da attaccante di razza quale non sarebbe, per i più, Mertens sfrutta al meglio le due occasioni che gli capitano per imbavagliare la difesa giallorossa e superare Szczęsny. Prova sontuosa del belga, punto fermo ed imprescindibile in questo Napoli tutto gioco e qualità. La crescita di una squadra che aspira a diventare una grandissima passa per step, alcuni anche insidiosi. Ma, ugualmente, per partite come quella con la Roma che non riqualifica il Napoli, bensì dà tante piacevoli conferme sulla rosa a disposizione di Maurizio Sarri. In particolare su Dries Mertens (ed il suo cane: esultanza geniale).

Menzione speciale, infine, per Pepe Reina: è lui, per evidenti meriti sportivi, il secondo migliore in campo. Sarebbe superfluo ribadirlo: ma che parata è quella sul finale che salva baracche e burattini? Non solo per la complessità: Reina è spiazzato, reagisce non una ma ben due volte. Ma soprattutto per la valenza: questa squadra ha bisogno sempre dei suoi leader e Reina è uno di questi. Poi, per il resto della partita, ha fatto il suo, quando chiamato in causa.

GENNARO DONNARUMMA

Preferenze privacy