Home » News Calcio Napoli » L'ex preparatore Febbrari: "I segreti del successo? Sonno, riposo ed alimentazione. Lo staff medico del Napoli è eccezionale"

L’ex preparatore Febbrari: “I segreti del successo? Sonno, riposo ed alimentazione. Lo staff medico del Napoli è eccezionale”

L’ex preparatore atletico del Napoli, il professor Luigi Febbrari, ha rilasciato un’intervista ai colleghi de Il Corriere dello Sport. Queste le sue parole, raccolte dalla nostra redazione.

I segreti del successo. “La notte è alla base della rigenerazione. Nel calcio però può essere un problema, visto

che alcuni calciatori dormono male prima dei grandi impegni. I segreti sono tre: sonno, riposo ed alimentazione. A questi livelli i calciatori sono come bolidi di Formula 1 e la cura personale non può essere trascurata”.

Come giocare 4 gare di fila. “In questo caso non si può generalizzare, ogni atleta fa storia a sé. Quel che conta è che ci siano almeno 8 ore di sonno, fondamentali per la rigenerazione. Ogni partita è un trauma, visto che distrugge i meccanismi metabolici e biomeccanici e bisogna rigenerarli. È fondamentale anche il riposo attivo dopo lo sforzo, magari con nuoto ed un osteopata. Si ricorre ad alimentazione ed interventi dopo ogni partita: su questo il Napoli è davvero all’avanguardia. Lo staff del dottor De Nicola è eccezionale”.

Ulteriori metodi di gestione. “Ne citerei due: il primo, di tipo empirico, riguarda il confronto tra calciatori e staff e poi tra i singoli giocatori. Qualcuno ricorre anche all’ausilio di uno psicologo. L’altro invece riguarda l’utilizzo di test ematici e cardiaci per valutare la fatica. Generalmente servono 72 ore per recuperare appieno. Nel caso del Napoli il momento clou sarà tra la Juve ed il Real”.

La forza del turnover. “È molto importante, ma è impossibile cambiare tutti. Qui serve la mano del Picasso, il colpo di genio che rende il calcio una scienza non esatta. Personalmente ho allenato Hamsik e posso dire che è una macchina inesauribile, come Maggio. Nella Roma invece ricordo su tutti Nainggolan e Strootman

.