Digos, Luigi Bonagura: “I tifosi del Napoli potrebbero non entrare nonostante il biglietto. La bellezza della partita può distogliere dal fare atti violenti”

Il dirigente Digos Luigi Bonagura ha parlato della questione sicurezza in vista della gara di Madrid e di quella di ritorno del San Paolo ai microfoni di Radio Gol, in onda su Radio Kiss Kiss.

Ecco quanto evidenziato da SpazioNapoli : “Il punto d’incontro di Avenida de Brasil è per i tifosi che non viaggiano in maniera organizzata, mentre per gli altri ci sono numerosi bus che dall’aeroporto allo stadio sia per l’andata che per il ritorno, con oltre cinquemila napoletani che sono attesi in trasferta. Nonostante i 3917 biglietti, il numero dei tifosi sarà molto più numeroso perché hanno acquistato i biglietti non nel settore ospiti; probabilmente saranno circa diecimila. Le autorità madrilene possono riservarsi la possibilità di scegliere di non fare entrare tifosi, nonostante l’acquisto del biglietto. L’ipotesi di non fare entrare chi non possiede biglietti è legittima, quest’altra meno. Chi, invece, si è acquistato il biglietto con nome altrui potrebbe non entrare.

La gara di ritorno? Credo che il settore ospiti sarà pieno e cercheremo di fare stare bene i tifosi madrileni. La tifoseria del Real ci è stata segnalata come non particolarmente calda, quindi la grandezza della partita pare stai distraendo i tifosi da altre problematiche; speriamo tutto possa restare così. In ogni caso sarà impossibile portare fumogeni o strumenti atti ad offendere allo stadio. La nostra esperienza ci abilita nel compiere il nostro lavoro, ma dietro un evento del genere c’è un lavoro certosino affinché le cose vadano bene. Tutti indistintamente, tra forze dell’ordine e steward, provano a dare il contributo. Noi ce la metteremo tutta, ma gestire eventi del genere non ci pone sempre al riparo da azioni pregiudizievoli”.