shinystat spazio napoli calcio news Albiol parla da leader: "Siamo migliorati nella mentalità, ora lottiamo per lo Scudetto! Con il Real partita speciale, CR7 campione vero. Higuain? I giocatori vanno, resta solo la squadra"

Albiol parla da leader: “Siamo migliorati nella mentalità, ora lottiamo per lo Scudetto! Con il Real partita speciale, CR7 campione vero. Higuain? I giocatori vanno, resta solo la squadra”


Il calciatore del Napoli, Raul Albiol, ha rilasciato un’intervista ai colleghi di Canale 21 nel corso del programma “Come non li avete mai visti”, approfondimento dedicato ai giocatori del club partenopeo. Queste le sue parole raccolte dalla nostra redazione:

La nostra difesa è migliorata rispetto lo scorso anno ma dobbiamo fare meglio. C’è stata una parte di inizio stagione in cui abbiamo preso qualche gol di troppo, adesso le cose stanno andando meglio. Con Sarri lavoriamo tanto la mattina sui movimenti della difesa, dopo due anni i meccanismi sono più oleati. Avevamo iniziato male subendo 4 gol con Pescara e Milan, poi abbiamo fatto meglio.

La squadra è migliorata, vogliamo vincere le partite e lottare per lo scudetto o per il secondo posto. La squadra è migliorata nella mentalità, sappiamo di essere un grande gruppo ma se non sviluppiamo il nostro gioco rischiamo di diventare una squadra normale. La differenza oggi nel calcio sono l’intensità e la mentalità, siamo una squadra giovane che ha fame di vincere e questo si deve notare in campo. Quest’anno può essere bello. Dobbiamo continuare così e lavorare tanto per arrivare a fine stagione con la possibilità di vincere qualcosa.

Sarri, Benitez e Mourinho? Sono tre allenatori che vivono per il calcio ognuno in modo differente. Sono diversi ma ugualmente malati. Pensano 24 ore al giorno al calcio. Con Mourinho ho giocato meno però il rapporto era buono. È una cosa normale, ogni allenatore fa le sue scelte. Con Benitez ho provato più affetto perché lo conoscevo fin da piccolo. Mi ha fatto esordire al Valencia e mi ha voluto anche qui al Napoli. Ora sono felice che stia facendo bene al Newcastle” .

Non può mancare un passaggio sulla doppia sfida con il Real Madrid: “A tutti i giocatori del mondo piacerebbe giocare nel Real Madrid . Lì ho trascorso quattro anni ed anche se per due anni ho giocato di meno, è una società spettacolare. Il rapporto con società e tifosi è bellissimo, mi hanno fatto sentire a casa. Ritrovarsi con loro in Champions sarà speciale. La differenza tra lo spogliatoio del Napoli e del Real? Qui è un po’ più familiare, divertente. Koulibaly ed El Kaddouri fanno i DJ, ma lasciarlo fare a Kouly può essere pericoloso (ride, ndr). Se canto o ballo? No, magari dopo quando smetterò di giocare avrò tempo. Com’è Cristiano Ronaldo? Un grandissimo giocatore, ma soprattutto un grande uomo. Lavora tantissimo sul campo, cose che tanta gente non conosce. E poi fa tantissimo per i bambini.

rientro dal 1' per Ghoulam, Albiol e DiawaraI friarielli? Li ho mangiati una volta, ma preferisco la pizza. Higuain? Ho preso bene la sua partenza, il gruppo e il lavoro sono la cosa più importante. La squadra resta, i giocatori vanno. Noi stiamo riuscendo comunque a fare bene e a segnare, questa è la cosa più importante. Torino e Fiorentina? Dobbiamo fare 2 vittorie, abbiamo perso un po’ troppi punti per strada. Sarebbe importantissimo raccogliere 6 punti e congedarci con un doppio successo per passare un bel Natale. Faccio i miei auguri di buon Natale a tutti i tifosi napoletani!“.

Preferenze privacy