shinystat spazio napoli calcio news Gazzetta/ Pavoletti cambia il Napoli: basta "falso nueve", si torna a giocare con un attaccante d'area di rigore

Gazzetta/ Pavoletti cambia il Napoli: basta “falso nueve”, si torna a giocare con un attaccante d’area di rigore


Il sempre più probabile acquisto di Leonardo Pavoletti spingerà il tecnico azzurro Maurizio Sarri ed il suo staff a rivedere quelli che sono gli schemi adoperati nel periodo di contumacia di Arek Milik.

L’edizione odierna de La Gazzetta dello Sport si è concentrata proprio sull’attaccante genoano, sottolineando disarri calzona come il gioco partenopeo potrebbe ritrovare fisicità e presenza nelle aree avversarie. L’idea del Napoli è di far ricoprire a Pavoletti il ruolo che era di Milik prima del brutto infortunio di ottobre. La rottura del legamento del polacco – si legge sul quotidiano – ha spinto Sarri a cercare soluzioni alternative: prima Gabbiadini, che non ha convinto a pieno; poi Mertens, che con la tripletta a Cagliari ha raggiunto quota 6 reti in campionato.

Pavoletti, evidenzia la rosea, è stato personalmente chiesto da Sarri ed il presidente De Laurentiis l’ha voluto accontentare senza far storie; il patron verserà i 18 milioni al termine delle visite mediche, che dovranno dar buone notizie sulle condizioni del calciatore. Con l’ex Sassuolo cambierà molto il modo di giocare dei partenopei: si tornerà a valorizzare il ruolo delle ali, con Ghoulam e Hysaj che avranno licenza di andare più spesso al cross alto, vista la presenza del classe ’88 nell’area di rigore. Con l’assenza di Milik Sarri aveva imposto traversoni bassi e fraseggio veloce, visto che con l’attacco dei piccolini le difese avversarie banchettavano sui colpi di testa.

Senza tralasciare che con l’arrivo di Pavoletti si riaprirebbe la strada del ballottaggio sulla fascia sinistra. Certo, perché lo spagnolo Callejon è una pedina inamovibile nello scacchiere del tecnico toscano, con un rendimento che non è mai sceso sotto la sufficienza. Dunque nuova possibile staffetta sulla fascia sinistra tra Lorenzo Insigne e Dries Mertens, proprio come accaduto nella prima parte di stagione. 

Preferenze privacy