shinystat spazio napoli calcio news Benfica-Napoli UCL LIVE: in terra portoghese per raggiungere gli ottavi

UCL RELIVE Benfica-Napoli 1-2 (60′ Callejon, 79′ Mertens, 87′ Jimenez): finisce il match. Gli azzurri tornano agli ottavi


Il Napoli torna agli ottavi di Champions League. Secondo tempo molto positivo degli azzurri che trovano il doppio vantaggio prima con Callejon e poi con Mertens: l’entrata del belga ha cambiato la storia del match. L’unica disattenzione di Albiol ha regalato a Jimenez il gol. Lunedì a Nyon ci saranno i sorteggi e gli azzurri conosceranno l’avversaria degli ottavi.

93′ – Finisce il match dopo 3′ di recupero. Il Napoli torna agli ottavi di Champions League.

88′ – Ammonizione per Pizzi.

87′ – Gol del Benfica. Grave errore di Albiol che innesca Jimenez che davanti a Reina accorcia le distanze.

84′ – Sfiora il gol Zielinski su invito di Mertens: la conclusione del polacco centre Ederson che respinge.

83′ – Calcio d’angolo per il Benfica che non crea problemi: Reina blocca la sfera.

81′ – Ultimo cambio per il Benfica: Mitroglou prende il posto di Salvio. Ultimo cambio anche per il Napoli: esce Insigne e fa il suo debutto con la magli azzurra in Champions Rog.

79′- GOOOOOOOOOOOOOOOL DEL NAPOLI. Scambio sulla sinistra Ghoulam-Callejon: il cross dell’algerino trova Mertens al limite che dribbla Luisao e batte Ederson con la sfera che colpisce il palo ed entra in rete.

77′ – Punizione di Pizzi calciata direttamente in porta ma non trova la porta. Reina era ben posizionato e sembrava poter intervenire senza problemi.

75′ – Azione insistente di Salvio in area azzurra che però si porta la sfera oltre la linea di fondo.

72′ – Secondo cambio per il Napoli: fuori il capitano Hamsik ed al suo posto entra Zielinski.

70′ – Lancio per Mertens anticipato dall’intervento di testa di Ederson: il belga era in fuorigioco.

68′ – Secondo cambio per il Benfica: fuori Cervi e dentro Carrillo.

67′ – Angolo azzurro allontanato da Semedo: l’azione prosegue con Insigne che prova il pallonetto bloccato da Ederson.

66′ – Cross dalla parte opposta di Insigne verso Callejon che in scivolata ha provato il passaggio in area, sarà angolo.

64′ – Pallonata per Callejon che rimane a terra: si rialza senza problemi l’autore del gol.

63′ – Da Kiev: 5-0 per la Dinamo e Besiktas in 9 uomini.

60′ – GOOOOOOOOOOOOOOOL DEL NAPOLI. Primo gol in questa Champions per Callejon. Grandissima giocata di Mertens che mette in movimento lo spagnolo che davanti al portiere lo scavalca con un tocco sotto. 1-0 per gli azzurri.

58′ – Conclusione dal limite del neo entrato Silva murata dalla scivolata di Koulibaly. Pizzi ha cercato poi il servizio in area ma Reina blocca.

57′ – Doppio cambio uno per parte. Nel Napoli Mertens sostituisce Gabbiadini, nel Benfica esce Guedes ed entra Silva.

56′ – Azione azzurra che porta all’inserimento in area di Insigne che di tacco prova il servizio per i compagni ma la difesa portoghese allontana.

54′ – Koulibaly protegge palla per l’uscita di Reina. Riparte l’azione azzurra.

50′ – Ottima copertura di Ghoulam che anticipa Salvio.

48′ – Cross perfetto di Insigne che premia il movimento di Callejon che da buona posizione si divora il vantaggio.

46′ – Grande apertura di Hamsik che vede sulla destra Callejon: lo spagnolo serve Gabbiadini al limite che prova il piazzato ma il suo tentativo è deviato da Luisao.

46′ – Inizia il secondo tempo di Benfica-Napoli, primo pallone per i lusitani.

Primo tempo senza reti ma non privo di occasioni di gol. Nel Benfica Raul Jimenez è stato l’uomo più pericoloso con un paio di palle gol che potevano portare al vantaggio lusitano. Dall’altra parte Gabbiadini e Callejon hanno impegnato Ederson che si è fatto trovare pronto. Nell’altra sfida del girone la Dinamo Kiev è in vantaggio per 4-0 sul Besiktas dopo 45′. Un risultato che fa comodo sia a Napoli che al Benfica.

45′ – Finisce il primo tempo senza recupero.

44′ – Contropiede Napoli con Insigne che prova l’apertura per Callejon ma intercetta Almedia: la sfera arriva ad Hamsik che però è in offside.

39′ – Scontro di gioco per Hysaj che riceve un colpo di nuca sul naso, niente di cui preoccuparsi per l’albanese.

36′ – Gabbiadini parte sul filo del fuorigioco e conclude in porta ma il suo tentativo è respinto da Ederson.

34′ – Ottima azione si Ghoulam sulla sinistra che arma il mancino di Callejon, Ederson blocca a terra in due tempi. Intanto arriva la terza della Dinamo Kiev sul Besiktas.

32′ – Altro tentativo dalla distanza di Semedo stavolta con il sinistro, palla alta sopra la traversa.

30′ – Intanto da Kiev arriva il raddoppio della Dinamo e il Besiktas sta giocando in 10 uomini.

30′ – Schema da calcio d’angolo del Benfica, la difesa allontana. L’azione prosegue con un tiro dalla distanza di Semedo che termina sul fondo.

28′ – Cross basso di Callejon verso Gabbiadini ma viene anticipato dai centrali.

27′ – Lungo possesso palla del Napoli, la sfera arriva ad Insigne che di prima cerca Callejon anticipato dai difensori

23′ – Conclusione di Raul Jimenez deviata in angolo da Reina.

22′ – Leggerezza in fase difensiva che poteva costare caro. Da un rinvio deviato di Ghoulam, Raul Jimenez stava per  battere Reina ma il suo tentativo termina fuori.

21′ – Gol annullato per fuorigioco a Gabbiadini. Grande ripartenza azzurra con Insigne che serve Hamsik al limite: il piattone dello slovacco è respinto da Ederson, sulla ribattuta Gabbiadini di testa mette in rete ma era in fuorigioco.

20′ – Cross in area di Semedo, Koulibaly di testa allontana.

17′ – Destro sbilenco di Raul Jimenez che finisce in curva.

16′ – Cross dalla sinistra di Hamsik alla ricerca di Gabbiadini ma la sfera è troppo verso Ederson che blocca.

15′ – Primo cartellino giallo del match ai danni di Koulibaly per un fallo a centrocampo.

12′ – Cross di Guedes per la girata di testa di Raul Jimenez, il suo tentativo finisce alto sopra la traversa.

10′ – Buone notizie da Kiev: la Dinamo è passata in vantaggio al 9′ con la rete di Besedin. Con questo risultato Benfica e Napoli andranno agli ottavi.

10′ – Calcio d’angolo per il Benfica, nessun problema per Reina che esce e blocca.

9′ – Due cross in area azzurra, prima Albiol e poi Callejon allontanano il pericolo.

8′ – Pressing di Guedes che costringe all’errore Reina nel tentativo di servire Insigne.

6′ – Punizione dai 30 metri di Ghoulam che termina alta.

2′ – Cross basso di Guedes allontanato non senza qualche difficoltà dagli azzurri.

1′ – Punizione di Diawara calciata in area di rigore, Luisao di testa allontana il pericolo.

1′ – Fischio d’inizio, è iniziata Benfica-Napoli. Primo pallone per il Napoli.

20:45 – Minuto di silenzio per la squadra brasiliana della Chapecoense.

20:43 – Inno della Champions League.

20:40 – Formazioni nel tunnel pronte per l’ingresso in campo.

20:15 – Squadre in campo per il riscaldamento.

20:10 – Le dichiarazioni di Koulibaly nel pre-gara: “Faremo di tutto per vincere”(LEGGI QUI).

20:00 – Le dichiarazioni di Callejon nel pre-gara: “Dobbiamo giocare per vincere”. (LEGGI QUI).

19:40 – Aggressione all’esterno dello stadio Da Luz (LEGGI QUI).

Ecco le formazioni ufficiali:

Benfica (4-2-3-1): Ederson; Semedo, Luisao, Lindelof, Almeida; Fejsa, Pizzi; Salvio, Guedes, Cervi; Raul. All. Rui Vitoria.

Napoli (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Allan, Diawara, Hamsik; Callejon, Gabbiadini, Insigne. All. Sarri.

Amici e amiche si SpazioNapoli.it benvenuti alla cronaca live del match Benfica-Napoli, match valevole per l’ultima giornata della fase a gironi di Champions League. Nella sfida dello Estadio Da Luz la squadra di Maurizio Sarri vuole raggiungere gli ottavi di finale della competizione europea che mancano da 5 stagioni. Non sarà un’impresa facile considerando il clima dei tifosi e che il Benfica è nella stessa situazione degli azzurri. Entrambe sono a 8 punti con il Besiktas dietro a 7 che ha un compito più semplice a Kiev con la Dinamo. Per la sfida di Lisbona il tecnico dovrebbe confermare lo stesso 11 che ha battuto l’Inter. L’unica novità è l’impiego di Allan preferito a Zielinski. In attacco Insigne sembra favorito su Mertens.

Il Benfica del tecnico Rui Vitoria è reduce da una pesante sconfitta in campionato con il Maritimo ma è comunque in testa alla classifica. Per i portoghesi l’unico risultante che conta è la vittoria. Non possono sperare in una combinazione favorevole da Kiev visto che sono in svantaggio negli scontri diretti con il Napoli. Pochi i dubbi per il tecnico con Mitrouglu pronta a guida l’attacco.

Preferenze privacy