shinystat spazio napoli calcio news GAZZETTA - A fine partita solo Callejon ha abbracciato il Pipita, gli altri lo hanno volutamente evitato

GAZZETTA – A fine partita solo Callejon ha abbracciato il Pipita, gli altri lo hanno volutamente evitato

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Alla fine il grande confronto, almeno la prima parte, va a Gonzalo Higuain che regala una vittoria alla Juventus ai danni della sua ex squadra. Per lui solo carezze e ammirazione da parte dei nuovi compagni che, a fine gara, l’hanno coccolato e venerato come si fa con un santo in processione. koulibaly chiriches higuain juventus napoli

Era, però, anche la serata del grande confronto e tutti erano curiosi di vedere la reazione del Pipita e dei suoi ex compagni a ritrovarsi faccia a faccia sul campo. Nessuna sorpresa, alla fine, perché amicizia c’era ed amicizia c’è: abbracci, qualche sguardo incrociato, forse anche qualche sorriso ma alla fine l’amicizia non risparmia vincitori e vinti ed ognuno, alla fine, per la sua strada. Bello l’abbraccio con Maurizio Sarri, quasi tra padre e figlio, una bella immagine di sport in un’Italia calcistica che avrebbe comunque sempre più bisogno di scene come questa.

A fine gara, invece, solo Callejon è andato incontro al Pipita, peraltro abbracciandolo, è sembrato, con un po’ di freddezza. Ebbene la Gazzetta dello Sport oggi in edicola sottolinea che José Callejon ad un certo punto aveva veramente creduto nel grande colpaccio allo Stadium. Higuain lo ha abbracciato come si fa con un fratello, avendo condiviso con lui tre anni di Napoli e l’esperienza al Real Madrid. Gli altri compagni, alla fine, hanno evitato volutamente il Pipita ma nessuna amarezza o arrabbiatura: solo tanta delusione per il risultato, forse ingiusto, maturato sul campo. Già, il risultato: da metabolizzare, presto. 

Preferenze privacy