shinystat spazio napoli calcio news De Laurentiis: "Ce la giochiamo fino alla fine. Sono napoletano, non posso andare allo Stadium. Gabbiadini? Ho fiducia in lui, altrimenti l'avrei ceduto"

De Laurentiis: “Ce la giochiamo fino alla fine. Sono napoletano, non posso andare allo Stadium. Gabbiadini? Ho fiducia in lui, altrimenti l’avrei ceduto”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Il presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, ha parlato a Radio Radio. Ecco alcuni passaggi della sua intervista: “Cosa rispondo ad Higuain? Non vedo invidia nelle sue parole, sa che siamo una squadra forte e pericolosa, nonostante la perdita di Milik. Basti pensare che la rosa ora è ricca di elementi, su 27 calciatori ce ne sono ancora due che non abbiamo visto in campo. Un messaggio per Sarri? Lui deve essere sereno, fare in modo che la squadra si diverta e che diverta il pubblico. Sono sicuro che ce la giocheremo fino alla fine”.

“Io non sarò allo Juventus Stadium: sono solidale con i nostri tifosi, sono napoletano e dunque non posso andare a Torino, devo rispettare le decisioni delle istituzioni. Ma lasciatemi dire che con queste restrizioni non otterremo mai cose positive, in Italia siamo abituati sempre a rimandare il problema e a non affrontarlo”.

de-laurentiis

“Ho grande fiducia in Gabbiadini, altrimenti lo avrei ceduto: abbiamo rifiutato offerte importanti per lui. Non lo abbiamo nemmeno multato, in carriera ha dimostrato di essere sempre molto corretto. A tutti può capitare di reagire con uno scatto imprevedibile contro una maleducazione che ci viene rivolta. A 2o anni il sangue bolle nelle vene, la reazione può essere anche meccanica. Resta un gesto deprecabile, ma non ho voluto punirlo proprio per questo”, ha concluso De Laurentiis.

 

Preferenze privacy