shinystat spazio napoli calcio news GdS: "Caro Gonzalo, la Juve non è il Napoli! Solo con gli azzurri sinergia perfetta, lo spiegano i numeri"

GdS: “Caro Gonzalo, la Juve non è il Napoli! Solo con gli azzurri sinergia perfetta, lo spiegano i numeri”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Le prime nove giornate di campionato sono ormai trascorse, emettendo i primi verdetti: la Juventus è capolista della Serie A, ma in una serie di capovolgimenti di fronte, Milan, Roma e Napoli restano con il fiato sul collo. Tantissimo ancora da giocare e valutare, così come fare i conti sui cambiamenti occorsi dal calciomercato estivo.

In casa Napoli, c’è da meditare sull’addio di Higuain e l’infortunio di Milik. Poi, il carico da novanta con il rosso a Gabbiadini e l’emergenza in attacco proprio in vista della gara contro la Vecchia Signora. All’ombra del Vesuvio il Pipita in maglia bianconera resta un boccone ancora amarissimo da digerire ma , secondo quanto scrive oggi la Gazzetta dello Sport, colui che dovrebbe avere maggiori rimpianti dovrebbe essere proprio il puntero argentino.

La motivazione? Semplice: il gioco della Juve non è quello del Napoli, il che porta l’attaccante ad essere servito di meno ed ad avere meno palloni giocabili. “Gonzalo va servito meglio”, ha dichiarato Allegri ed anche i numeri gli danno sostegno: 25,9 la media passaggi per Higuain la scorsa stagione al Napoli, mentre ora si viaggia sui 14 con la Juve. Ma non solo: 18 passaggi ora da Pjanic, colui che lo serve meglio, mentre lo scorso anno Insigne e Jorginho ne hanno collezionati ben 190 a testa. higuain pallone tripletta esultanza

“La Juve non è il Napoli e neanche un assegno di 90 milioni di euro può trasformare Higuain nell’unico sole attorno al quale gira il pianeta bianconero” si legge oggi sulla rosea, sottolineando i 32,9 palloni a partita ricevuti in media con il Napoli ed i 12 che ha attualmente con la squadra di Allegri. Insomma, un buon metodo per indorare la pillola, ma la mancanza del Pipita si sente anche all’ombra del Vesuvio: inutile negarlo, anche a questo Napoli avrebbe fatto più che comodo.

Preferenze privacy