shinystat spazio napoli calcio news Uno in Goal SN - Capparella: "I fischi a Insigne devono farlo maturare. Colpe di Reina? Qualcuno ha la memoria corta"

Uno in Goal SN – Capparella: “I fischi a Insigne devono farlo maturare. Colpe di Reina? Qualcuno ha la memoria corta”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Ai microfoni di “Uno in Goal Spazio Napoli” su Radio Antenna 1 è intervenuto l’ex centrocampista del Napoli Marco Capparella, fiducioso in una pronta ripresa degli azzurri. Ecco le sue dichiarazioni:

Napoli in crisi? Non credo sia in crisi credo solo abbia perso certezze, in fondo i turchi hanno fatto goal alla loro prima e unica azione. Con un pizzico di fortuna poteva arrivare la vittoria, in questo momento gli dice male prendono goal alla prima azione. Problema mentale? Quando perdi rischi di perdere certezze, credi di non essere forte come in realtà sei. Pensate alla Roma: ha vinto con l’Inter e ha recuperato le sue certezze. Credo che nel Napoli ci siano ultimamente troppi errori difensivi ma credo si riprenderà al più presto. Fischi a Insigne? Non so quale sia la situazione attuale e ovviamente i fischi dispiacciono sempre ma fanno maturare. Anche io ho ricevuto fischi ma poi sono divenuti applausi, all’inizio ti deprimi ma dopo capisci i tuoi errori. Napoli non vuole distruggere un proprio beniamino ma vuole aiutarlo.

reina

Cosa deve fare Sarri? Sarei presuntuoso se pensassi di poter conoscere la situazione meglio del mister, lui è bravo e sa cosa fare. Bocciatura per Manolo? Non aver giocato dall’inizio non è una bocciatura, noi non sappiamo cosa accade in settimana durante il giorno lui invece sa benissimo cosa fare, vede i ragazzi ogni ora. L’ingresso di Diawara? A me è piaciuto quando è entrato, ha aggredito e ha fatto girare palla, positivi i suoi 20 minuti. Jorginho sta avendo un calo ma è troppo importante per il Napoli deve sapere Sarri se farlo riposare o meno. Goal subiti? Ci sono momenti negativi, vedi Buffon prima viene criticato e poi compie tre miracoli. Reina è un grande portiere e ha le spalle grosse, forse l’unica vera colpa era sul terzo goal ma secondo me era fuorigioco. Non si può accusare Reina dopo che ha salvato tante di quelle partite“.

Preferenze privacy