shinystat spazio napoli calcio news Incide, tra le luci di una serata da archiviare. Il migliore in campo per SpazioNapoli è...

Incide, tra le luci di una serata da archiviare. Il migliore in campo per SpazioNapoli è…

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Un po’ di luce in una serata da un sapore difficile, davvero, da mandare giù. Perché nel Napoli che cade contro il Besiktas c’è anche un gruppo che ha saputo cogliere in avanti, nella metà campo avversaria, scampoli di se stesso, quasi ritrovandosi.

Callejon mette in campo una prestazione solida: non troppo lucido in avanti, senza la zampata finale, ma sempre presente. Punto di riferimento. E così anche in fase di non possesso. Hamsik illumina a corrente alternata, ma quando lo fa si dimostra giocatore importante. Tornando ai punti di riferimento, sempre loro, stavolta a centrocampo. Lì dove altri abbandonano presto la nave. Crescita che prosegue per uno Zielinski sempre più convincente, aspettando Diawara – oggi l’esordio – e Rog. Due talenti che, anche se la società – nostro malgrado, sarebbe un piacere assistere agli allenamenti del club che seguiamo – non dà modo di visionare con costanza, restano un valore assoluto. E da sfruttare.

sito15

Poteva essere una serata da Re per Manolo Gabbiadini, una chiamata in meno e sarebbe stata la gara perfetta. Freddezza lì dove Insigne aveva mollato gli ormeggi. Personalità nell’area avversario fino a quell’eurogoal sfumato nel nulla. Poi c’è semplicemente il giocatore più in forma di un intero collettivo, un interprete- spesso troppo discontinuo negli anni – che finalmente ha trovato la sua consacrazione. Nella piazza, nel contesto idealeDries Mertens è il migliore in campo, nonostante tutto. Ripartire, badando per davvero al bicchiere mezzo pieno, dal giocatore da cui il gruppo, orfano di Milik, non può prescindere. Non importa il ruolo, né la posizione. C’è da dare tutto, lo fa. Un goal e due rigori guadagnatiMvP di parte azzurra. E poi il carattere. Il sacrificio. Quei gesti al pubblico alla ricerca di una rimonta poi sfumata. Non vederlo più svernare in panca, almeno per un po’. Sarebbe importante. Oltre le rotazioni. Tutti, ma lui no.

Edoardo Brancaccio

Preferenze privacy