shinystat spazio napoli calcio news Ferlaino: "Diego non avrebbe tradito Napoli come Gonzalo, erano altri tempi. Il Napoli ha commesso un errore col Pipita, ecco quale"

Ferlaino: “Diego non avrebbe tradito Napoli come Gonzalo, erano altri tempi. Il Napoli ha commesso un errore col Pipita, ecco quale”


Domani saranno novanta. Tanti personaggi hanno contraddistinto la storia del Napoli Calcio e, tra questi, una menzione speciale merita Corrado Ferlaino, storico numero uno azzurro, il presidente dei due scudetti, della Coppa Uefa, di Maradona. Anni ed anni di trionfi, ma anche di schiaffi e delusioni.

A questo proposito, l’ex presidente azzurro ha rilasciato una lunga intervista ai taccuini del Mattino, toccando vari punti, ripercorrendo parte di questi novant’anni di storia e soffermandosi sulla notizia delle ultime settimane, ovvero il passaggio di Gonzalo Higuain in maglia bianconera, quello che è passato già agli archivi come un vero e proprio tradimento. Ecco le dichiarazioni di Ferlaino, qui evidenziate dalla nostra redazione: “Due scudetti in novant’anni di storia non sono affatto pochi, poi dipende dalla prospettiva in cui decidiamo di ragionare. Facemmo il salto di qualità, ma fu difficile, soprattutto da un punto di vista economico. Poi ricordiamo che se sbagliavano contro noi, non succedeva nulla. Se un arbitro invece commetteva un errore contro le grandi, come Juve o Inter, aveva ipotecato la sua carriera. Ci voleva meticolosità, cura, nei rapporti con il Palazzo, ed io ho sempre avuto buona propensione a farlo. Sfiorammo il titolo tre volte, ne abbiamo poi vinti due grazie a Maradonahiguain juve, un Santo. 

Maradona-Higuain? Diego non avrebbe mai e poi mai tradito Napoli per andare alla Juve. Lui aveva un accordo col Marsiglia, è vero, voleva cambiare aria, campionato, paese. I giocatori erano vincolati dai contratti però, in quei tempi, era tutto diverso. Se non li si cedeva, restavano a vita nel loro club. Però Diego, in particolare, non sarebbe mai potuto andare alla Juve: amava, ed ama tuttora, Napoli, squadra e città. 

Il Napoli secondo me avrebbe dovuto fare una cosa: dopo quanto successe ad Udine, ad Higuain andava adeguato subito il contratto, nel momento di maggior attaccamento alla maglia. Io avrei agito così: era quello il momento giusto”.

Preferenze privacy