shinystat spazio napoli calcio news Callejon: "Io napoletano assai assai! Higuain alla Juventus? Fantamercato, non ha mai detto di voler andare via"

Callejon: “Io napoletano assai assai! Higuain alla Juventus? Fantamercato, non ha mai detto di voler andare via”


Live dalla piazza principale di Dimaro sono intervenuti quattro giocatori del Napoli per rispondere alle domande dei tifosi in una modalità inedita di intrattenimento al fine di aumentare il legame tra i tifosi e i calciatori, tra i prescelti c’erano Insigne Jr, Lorenzo Tonelli (nuovo acquisto in difesa), Jorginho e infine José Callejon. Ecco le parole dell’ala spagnola:

USB_5093_CALLEJON

Perché Higuain vuole andare via? Veramente mai sentito Higuain che vuole andare via da qui e neanche nessuno della Juventus che lo vuole, sono voci di mercato io spero rimanga con noi. Io lovoglio qui con noi, sono quattro anni che vivo con lui a Napoli e altri due a Madrid, io spero rimanga con noi. Quanti goal farò? Spero saranno tanti, prima lavoriamo poi se si può faremo goal. Se sono contento di aver rinnovato? Certo contentissimo, tutti i tifosi sono “calienti” e ho sempre pensato di voler rinnovare, i miei obiettivi sono di lavorare come lo scorso anno e di fare meglio”.

“Rammarico per il mercato di gennaio scorso? Se non è arrivato nessuno significa che noi dovevamo lavorare, un peccato che siamo stati vicini a vincere lo scudetto e lottato fino alla fine ma non ce l’abbiamo fatta. Come affronteremo la Champions League? Con entusiasmo, ci sono tanti club forti ma noi siamo li, giocheremo al 100% e così vinceremo sicuramente. Noi siamo forti lo abbiamo già dimostrato lo scorso anno, affronteremo quest’anno lavorando e se saremo una famiglia dentro arriveremo lontano. Novità tattiche in questi giorni di ritiro? Stiamo cominciando da poco con Sarri ma ci saranno novità tattiche soprattutto in difesa (interviene Jorginho sulla parte difensiva Nda). Cosa ho pensato quando l’Italia ha perso contro la Spagna agli europei? Mi è dispiaciuto che siano uscite fuori entrambe ma è stata una partita bella da vedere e l’Italia ha meritato. Se tra due anni voglio andare ai mondiali? Speriamo, manca tanto ma speriamo”.

“Quanto si percepisce il tifo del San Paolo dal campo? Per noi si sente tantissimo ed è importantissimo, quando giochiamo in casa dobbiamo andare in campo al 100% e anche i tifosi devono essere con noi, un giocatore in più; nelle tante partite giocate al San Paolo sono stati di altissimo livello. Se i diritti d’immagine rappresentano un problema? Mai avuto problemi per questo, per altri può essere un problema forse perché hanno una visibilità maggiore. Quali consigli per diventare un buon esterno? Fai come Insigne, rientra verso l’interno e vai a fare goal (ride alla domanda di un piccolo fan Nda). La partita contro la Juventus non abbiamo giocato per vincerla? Noi giochiamo sempre per vincere, non sono d’accordo. La partita più emozionante quest’anno? Per noi sono tutte belle, contro la Juve sicuramente come voi ma anche l’ultima di campionato è stata emozionante”.

“Cosa ho pensato quando Zaza ha segnato a cinque minuti dalla fine? Ci sono rimasto male, se segnano a cinque minuti dalla fine come devi stare, contento? Non ti dico cosa ho detto…La partita di Udine? Brutto ricordo, nervosismo ma siamo andati avanti. Il goal più bello della mia carriera? Il prossimo che sta per arrivare con voi! Quanto mi sento napoletano? Assai Assai, se sono qua ancora con tre anni di contratto…Se becchiamo il Real Madrid hai gironi? Spero di fare una doppietta ma anzi anche una tripletta. Tra paella e salsiccia e friarielli? Domanda difficile (ride Nda)“.

Preferenze privacy