shinystat spazio napoli calcio news Valdifiori, partenza quasi certa. Urge un regista, Kums, Diawara e Ionita i prescelti

Valdifiori, partenza quasi certa. Urge un regista, Kums, Diawara e Ionita i prescelti


Grandi manovre a metà campo. Perché se al netto di eventuali – e non previste – partenze il pacchetto difensivo appare completo, si lavora per un’alternativa a destra; ed in avanti l’abbondanza regna incontrastata, è nella zona nevralgica del campo che maggiormente si spendono ragionamenti, valutazioni ed eventuali assalti.

sven kums gent

Dare respiro e qualità ad un reparto che ha visto primeggiare un trittico di assoluto livello, ma troppo solo considerate alternative non all’altezza degli obiettivi che il club, mai come nella stagione alle porte, è chiamato a prefiggersi. Caccia alla mezzala, qualità ed interdizione, proprio in queste doti Herrera resta l’oggetto del desiderio primigeneo, il tassello perfetto con cui chiudere il cerchio. Ma oltre alle alternative nel caso, sventurato, la trattativa per il volante messicano sfumasse, le attenzioni della dirigenza partenopea sono, anche, collocate su un regista nuovo di zecca.

Come riportato dall’edizione odierna del Corriere dello Sport il futuro di Mirko Valdifiori appare sempre più lontano dal Golfo. Un’annata in ombra non ha spento l’interesse di numerosi estimatori nello stivale, e le intenzioni del procuratore – assecondate dalla dirigenza azzurra – sono quelle di ridare slancio al percorso del regista romagnolo. In caso di, dunque probabile, cessione urge un giocatore che possa giocare a schermo dinanzi alla difesa, alternativa di spessore a Jorginho, capace di rendere la concorrenza, anche in quel ruolo, pura certezza. In cima alla lista di Giuntoli, nonostante le smentite del Gent, resta Kums, una delle maggiori rivelazioni della scorsa edizione della Champions League. Non vengono accantonate anche soluzioni italiane, dall’esuberanza ed il talento di Diawara – ma la valutazione del Bologna resta molto elevata – al profilo di Arthur Ionita, seguito con costanza durante la scorsa stagione. Margini di manovra ampi, idee chiare, da un centrocampo all’altezza passerà l’economia dell’intera annata. Il Napoli lo sa, urge lavorare di conseguenza.