shinystat spazio napoli calcio news Ciro Immobile, l'acquisto perfetto che può risvegliare le ambizioni di una piazza ancora spenta

Ciro Immobile, l’acquisto perfetto che può risvegliare le ambizioni di una piazza ancora spenta


L’uomo è un essere estremamente volubile, soggetto a cambiamenti repentini di volontà. E di solito, alla fine dei giochi, sceglie sempre la via più comoda. Gianluca Lapadula ha sperimentato questa sensazione dopo che nelle ultime settimane ha tenuto col fiato sospeso mezza Serie A. Tutti con le attenne drizzate e gli occhi sempre aperti per scoprire gli ultimi dettagli sul futuro dell’italo-peruviano. Che, alla fine, ha scelto il Milan, la nobile decaduta che gli può offrire la vetrina di lusso, il ruolo di attore protagonista in un palcoscenico, però, meno prestigioso di quello internazionale che attende il Napoli.

“Tanto meglio” è la frase che circola nel flusso di pensieri dei tifosi partenopei. Effettivamente qui al Golfo in pochi avrebbero accolto festanti l’arrivo di questo goleador di cadetteria, tutto da scoprire nel massimo campionato. No, nulla da fare: se ADL intende affiancare un altro centravanti che possa fare le veci o lo sparring partner di Higuain, tenga ben presente il nome di Ciro Immobile. In un ambiente quasi demotivato, spento, indifferente e insofferente nei confronti del mercato condotto da Giuntoli e soci, Immobile può diventare quel colpo ad effetto per ravvivare le ambizioni della piazza. Una sorta di avvertimento per ridestare i tifosi dal loro torpore: “Coraggio, sveglia!”. Perché in fondo il mercato è lungo, la stagione appena trascorsa è stata inserita in una pagina di storia azzurra e la rosa del Napoli necessita di pochi gregari ma utili alla causa.

Ciro Immobile è il nome che serve per risollevare l’umore della piazza. InnanziImmobiletutto per le sue origini campane, per quella napoletanità che in nazionale lo porta a scherzare con Insigne e che lo porterebbe inevitabilmente a diventare l’idolo delle folle. L’accento partenopeo erge i calciatori in maglia azzurra a figure da esaltare e imitare, rispecchiando in pieno il concetto di kalokagathìa cantato da Omero. Sì, Ciro Immobile diventerebbe un idolo e siamo pronti a metterci la mano sul fuoco.

E no, il caro Ciro non avrebbe soltanto il ruolo di figurina motivazionale. Sarebbe un acquisto logico, ponderato e lungimirante: ha 26 anni (l’età di Lapadula), una discreta esperienza in massima serie (forgiata da anni di gavetta), ha caratteristiche complementari a quelle di Higuain e potrebbe tranquillamente affiancarlo in un attacco a due. Così come, in fondo, potrebbe rimpiazzarlo in una gara di campionato a pochi giorni dalla Champions. Competizione che, tra l’altro, conosce bene: ha segnato 4 goal da emigrante in Germania, al Dortmund. Sì, Ciro Immobile è l’acquisto ideale: per i tifosi – che riacquisterebbero la fiducia persa nei confronti della società e le ambizioni per la stagione ventura – e per la squadra, pronta a dire la sua in Europa.

Vittorio Perrone
RIPRODUZIONE RISERVATA