shinystat spazio napoli calcio news Maradona: "De Laurentiis spenda i soldi e faccia felici i napoletani. Higuain e Sarri devono restare!"

Maradona: “De Laurentiis spenda i soldi e faccia felici i napoletani. Higuain e Sarri devono restare!”


In un’intervista esclusiva realizzata da Mediaset Premium, Diego Armando Maradona ha colto l’occasione non solo per parlare del Napoli ma anche per dispensare alcuni consigli a Patron De Laurentiis. Parole che derivano senza dubbio dalla sua esperienza nella piazza partenopea, che arrivano da chi l’ambiente l’ha vissuto per davvero a 360°. Ecco un estratto proposto dalla Redazione di Spazio Napoli:

Il rapporto speciale col Pipita - "Sarri mi ha convinto in cinque minuti, ho visto fame e umiltà in lui" - sottolinea fiero il Pipita. La prova tangibile che in panchina siede un grande allenatore. Sorprende tutti, Maurizio, quando in TV dichiara che "Higuain è forte ma può esserlo di più" e poi "Lui è il più forte centrale al mondo, deve essere solo consapevole di ciò", "Deve fare di più". Dà continuamente motivazioni al suo campione, lo coccola e se necessario lo riprende, lo carica di più, lo incita a superarsi. C'è la consapevolezza che il campione ha trovato la sua guida perfetta, completamente stregato da quell'uomo in tuta, tutto lavoro e semplicità. Gli abbracci e i sorrisi non mancano, i due si cercano. Il Napoli ha i suoi leader, in campo e fuori, che camminano di pari passo e che hanno un unico obiettivo: vincere per la gente, per i tifosi, per i colori. Il Pipita, con Sarri, diventa ufficialmente un argentino napoletano.

“Napoli è sempre nel mio cuore: mi auguro che Sarri rimanga, così come deve rimanere anche Higuain. De Laurentiis? Deve mettere mano alla tasca: se caccia i soldi ha la possibilità di fare una grande squadra, così finalmente potremo dire anche noi a Juve, Inter, Milan e qualsiasi altra grande società che per la lotta Scudetto siamo in corsa anche noi! 

Mi sento di parlare così soprattutto grazie all’esperienza che ho avuto io. De Laurentiis deve mettere i soldi per fare felici i napoletani. Ai miei tempi portavamo 80mila persone allo stadio, però poi pareggiavamo con la Cremonese, con tutto il rispetto per la Cremonese, ma eravamo noi a non essere all’altezza”.